Paragone su Salvini: È un alleato leale ma sbaglia su Saviano e rom

Loading...

“C’è assoluta lealtà e non c’è alcuna spaccatura. Non vedo i dualismi che vede la stampa”.

Così Paragone su Salvini in un’intervista al Corriere della Sera parlando della questione delle continue proposte e uscite del ministro degli Interni nelle ultime settimane.

Alla domanda su come si faccia a non farsi schiacciare dalla Lega, il deputato 5Stelle ha risposto: “Mettendo al centro il lavoro. Di Maio ha cominciato prendendo in mano la gig economy e affrontando la questione dei lavoratori Tim. Bene, anche se i giornali non ne parlano”.

Quanto al caso Aquarius, Paragone ha osservato che il modo nel quale è stato gestito dall’inizio era quello “migliore per far capire all’Europa che non ci possono lasciare soli nel Mediterraneo. Non abbiamo messo in pericolo nessuna vita”.

Loading...

L’ex conduttore della Gabbia ha poi detto che il governo Conte che “un esecutivo che punta sui diritti dei lavoratori un tempo l’avremmo definito socialista”. E ha aggiunto: “Sono orgoglioso che Di Maio abbia una visione più socialista che neoliberista”.

Sulla proposta del censimento dei rom, Paragone ha affermato: “Come ho già detto, gli è scappato il piede dalla frizione. Detta in un contesto come questo, è una parola pericolosa e può esporre a ben altri ricordi. Leggo che sarei in tensione con Di Maio per averlo sostenuto: ma gliel’abbiamo detto tutti a Salvini nel Movimento”.

L’esponente pentastellato si è trovato in disaccordo con il leader della Lega anche sulla questione della scorta a Saviano: “Non rientra nel contratto. E non mi piace. Mi sembra fuori luogo e scorretto,” ha detto.

Alla domanda se Di Maio non abbia troppi poteri all’interno del M5S, Paragone ha risposto: “Luigi ha spiegato che ha una visione omogenea e io lo seguo. Ma gli ricorderò sempre che la partita principale è il lavoro. Dobbiamo essere un governo vicino alla piccola impresa”.

 

 

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.