Buste paga, da luglio 2018 scatta il divieto dei pagamenti in contanti: cosa si rischia

Loading...

Dal prossimo luglio scatta una norma che rivoluzionerà migliaia di buste paga per i lavoratori italiani. Come indicato dalla legge di Bilancio, dopo il 30 giugno scatterà l’obbligo di tracciabilità dello stipendio. Esclusi dall’obbligo saranno ancora i rapporti di lavoro con la Pubblica amministrazione e i lavoratori domestici come colf, badanti e baby sitter.

Loading...

Dalla norma sono coinvolti anche i lavoratori co.co.co e ogni forma di contratto delle cooperative con i propri soci. Gli stipendi potranno quindi essere pagati attraverso bonifico, strumenti di pagamento elettronico, assegni o pagamenti in contanti solo allo sportello. Le pene prevedono sanzioni da 1000 a 5000 euro.

 

 

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.