“LO HA MORSO ED È STRISCIATO VIA DA DIETRO L’ORECCHIO”. NEONATO GRAVE IN OSPEDALE

Sono in tanti, nel mondo, a soffrire di aracnofobia, ossia ad aver paura dei ragni. Parlo di una paura che può essere estesa, sino ad interessare altre specie dotate di zampe e dall’aspetto simile.

Le reazioni dinnanzi alla vista di un ragno sono le più disparate. Chi ha paura può manifestare comportamenti irrazionali ed essere letteralmente travolto dall’ansia. Tra i sintomi più diffusi, alla vita di tale creatura, troviamo vertigini, tachicardia, nausea, tremori, sudorazioni. Ovviamente la paura si innesca per svariati motivi.

Alla base dell’aracnofobia possono esserci eventi traumatici che hanno a che fare con i ragni, vissuti sulla propria pelle durante l’infanzia o nell’adolescenza, oppure l’ansia può innescarsi alla vista di qualcuno che è fortemente spaventato nel vedere un ragno.

Ovviamente, a coloro che restano terrorizzati si contrappongono quelli che mangiano i ragni per cui il mondo è bello perché vario, anche sotto questo punto di vista.

Proprio per restare in tema, vi racconto una storia che è stata ripresa dalle principali testate, avente per protagonista un neonato di sole 15 settimane che è stato morso da una falsa vedova nera.  

L’episodio è accaduto a Shanagarry, nella contea di Cork (Repubblica d’Irlanda) e ha fatto letteralmente il giro del mondo. La madre del piccolo, Sarah Jane Dennelly, ha scelto di raccontare alla prestigiosa BBC gli attimi di incubo e panico che hanno travolto la sua famiglia in un giorno come tanti che ha preso una piega decisamente inaspettata.

Il neonato si trovata a casa quando, tutto ad un tratto, si è sdraiato sul suo tappetino e ha iniziato ad urlare. La madre, preoccupata per quel pianto struggente, ha tirato giù i pantaloni del suo Charlie e ha fatto una terribile scoperta. Il bimbo aveva la gamba sinistra gonfia, di un rosso vivo, con 3 morsi. E’ stato proprio in quel momento che una falsa vedova nera è sbucata da dietro l’orecchio del neonato, dopo aver messo a punto il suo attacco. In preda alla disperazione, la donna ha trasportato il piccolo d’urgenza in ospedale e gli effetti nel veleno inoculato si sono fatti sentire per 11 ore.

In pochi attimi una giornata iniziata come tutte le altre, all’insegna della routine alle prese con un bimbo piccolo, ha terrorizzato una neomamma. L’apprensione di noi mamme, si sa, è davvero tanta già quando ci troviamo di fronte ad un minuscolo livido o taglietto, quindi possiamo immaginare cosa abbia provato la povera Sarah Jane quando si è vista il suo piccoletto in quelle condizioni.

La falsa vedova nera è originaria di Madeira e delle Isole Canarie, diffondendosi, negli ultimi anni, in Irlanda molto rapidamente. Si tratta di  uno dei ragni più invasivi del mondo. Il morso della falsa vedova,  scientificamente nota come Steatoda nobilisè molto doloroso e, nei casi più gravi, proprio come accaduto al piccolo Charlie, può spedire la vittima in ospedale, oltre ad arrecare enormi danni all’ecosistema locale.

Il veleno della falsa vedova nera può essere fino a 230 volte più dannoso della specie autoctona ma c’è dell’altro. Stando ad recentissimo studio,condotto dai ricercatori della National University of Ireland, una minuscola quantità di veleno, pari ad un millesimo di una goccia di pioggia, può arrecare conseguenze significative negli esseri umani. Capiamo bene quanto si tratti di una vera e propria emergenza per cui occorre mettere in atto misure significative. Dopo l’attacco di questo ragno al piccolo Charlie, le scuole sono rimaste chiuse per un po’.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.