Choc in piscina, un malore improvviso e il 16enne muore in ospedale due giorni dopo

Choc a Orbassano, un ragazzo di 16 anni è morto all’ospedale Molinette di Torino dopo aver accusato un malore in piscina. Prima di morire il ragazzo ha lottato due giorni con tutte le sue forze. A quanto si apprende martedì pomeriggio si trovava in vasca alla Blu Paradise di Orbassano quando è stato colto, sembra, da un infarto improvviso. Era stato salvato dai bagnini dell’impianto e trasportato dall’elicottero del 118 al pronto soccorso delle Molinette, dove era stato ricoverato in prognosi riservata.

Adv


Adesso sulla vicenda indagano gli investigatori della polizia locale. Al momento non sono state individuate responsabilità esterne. Il ragazzo si chiamava Shiqiang Way, di origine cinese. È un’estate tragica questa. Lo scorso 20 luglio un bimbo di 6 anni era morto dopo un malore in piscina. Il piccolo, residente a Pisa, stava trascorrendo una giornata di divertimento al parco di San Giuliano Terme quando era avvenuta l’improvvisa tragedia. Condizioni apparse gravi fin da subito non appena trasportato d’urgenza presso l’ospedale.

Orbassano malore piscina

Orbassano, malore in piscina: 16enne muore in ospedale. 20 giorni fa un precedente a Firenze


Il bambino era deceduto dopo aver trascorso una notte in coma all’ospedale pediatrico Meyer di Firenze. La notizia si era diffusa in seguito alla dichiarazione di decesso a conclusione della procedura per l’accertamento di morte cerebrale avviata al Meyer. Sul posto un’autoambulanza della Pubblica Assistenza di Pisa e i sanitari. Una prima ipotesi avanzata era stata quella di un arresto cardiocircolatorio.

Orbassano malore piscina


Dopo il malore il bambino è stato ritrovato svenuto a bordo vasca. L’infarto, purtroppo, colpisce anche giovani e bambini al contrario di quanto si possa pensare. Secondo la Federazione italiana cardiologia, ogni anno in Italia si registrano circa 1000 morti cardiache improvvise negli under 35. Il 20% di queste ha cause che restano sconosciute, ma per il restante 80% molto si potrebbe fare in termini di prevenzione.


L’arresto cardiaco improvviso si verifica a causa di un’aritmia quando il cuore batte a un ritmo così elevato da cominciare a vibrare, cessando di pompare il sangue al corpo e al cervello. In assenza di un immediato intervento, può portare al decesso nell’arco di pochi minuti.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.