Incendio nella notte, morti madre e figlio. Lui travolto dalle fiamme mentre tentava di salvarla

Roma, incendio in casa: morti madre e figlio. Dramma nella capitale nella notte. Per cause ancora da accertare le fiamme si sono sprigionate in una villetta in via degli Estensi, nella zona della Pisana. L’allarme è scattato alle 2.45 lanciato, sembra, da alcuni vicini. Immediatamente arrivati sul posto i vigili del fuoco, per i due abitanti non c’è stato nulla da fare. Sarebbero morti a causa del fumo inalato. Stanto a quanto si apprende Giovanni Lozzi, 30 anni, ha raggiunto la camera da letto di mamma Anna Bianciardi, di 74 anni, l’ha presa in braccio e messa al sicuro dal fuoco in una camera attigua.

Ma le esalazioni non hanno lasciato scampo a madre e figlio: è il dramma che si è consumato domenica notte in una villetta di via degli Estensi, a Bravetta, su cui stanno indagand Sul posto gli agenti della polizia scientifica e i poliziotti del XII distretto Aurelio. Le salme sono state trasportate al Policnico Gemelli e sono ora a disposizione dell’autorità giudiziaria. Sul posto sono intervenute le Volanti e gli agenti del commissariato Monteverde.

Roma incendio morti madre e figlio

Roma, stagione terribile per gli incendi


Per Roma è una stagione drammatica. Nei giorni scorsi l’ultimo rogo a Centocelle. Spiega il sindaco Roberto Gualtieri a Adnkronos. “Dietro agli incendi a Roma – di ieri quello in zona Centocelle – anche se è presto per fare ipotesi e sta indagando la Procura, certo c’è la mano dell’uomo, poi si vedrà se sono episodi dolosi o colposi, anche se che qualcuno sia doloso è stato già accertato”.

Roma incendio morti madre e figlio


“Come amministrazione andremo avanti sulla nostra decisione di dotare finalmente Roma degli impianti di cui una grande capitale europea ha bisogno. Perché il dato che Roma è priva di impianti, quindi una situazione fragilissima sul fronte dei rifiuti. È vergognoso e inaccettabile e noi non ci faremo intimidire” ha affermato Gualtieri.

Roma incendio morti madre e figlio


Per fronteggiare l’emergenza incendi, “si rafforzeranno le azioni di prevenzione in tutte le zone a rischio. Come Roma Capitale interverremo con tre milioni di euro per un piano di potenziamento degli idranti, riapriremo al più presto, forse già domani, la discarica di Albano. Perché siamo stati molto colpiti dall’incendio del Tmb di Malagrotta, che ha messo in difficoltà il ciclo di raccolta dei rifiuti. Sono tutte azioni di grande importanza”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.