CASO DENISE PIPITONE, ARRIVATA IN REDAZIONE LA TREMENDA NOTIZIA

Sembra davvero una storia senza fine, quasi 20 anni fa la terribile scomparsa di Denise, poi mai più ritrovata. Quasi periodicamente, nuove indiscrezioni più o meno realistiche, sollecitano nuovamente l’attenzione dei media e la speranza dei poveri genitori di Mazara del Vallo. Purtroppo, fino ad ora, ci sono stati solo grossi buchi nell’acqua. 

Ora una nuova tremenda notizia riaccende i riflettori su questa terribile vicenda. Purtroppo in tutti questi anni si è molto speculato sul caso, con ricostruzioni giornalistiche non sempre verosimili. A riportare le ultime novità è il quotidiano La Verità, che mette sul piatto una notizia sconvolgente: ecco le ultime novità su questo caso.

COSA È SUCCESSO

Secondo quanto riporta il quotidiano diretto da Maurizio Belpietro, la trasmissione ‘Chi l’ha visto?‘, come noto esperta di casi simili di sparizioni, sarebbe finita nel registro degli indagati del tribunale di Caltanissetta. Ad essere attenzionata dall’autorità giudiziaria, sarebbero soprattutto le prime ricostruzioni che la trasmissione ha divulgato sulla scomparsa della bambina da Mazara del Vallo.

Al momento si tratta solo di indiscrezioni, ma da quanto si vocifera nell’ambiente Rai, si tratterebbe di un procedimento civile con una richiesta di risarcimento pari a 300 mila euro. Una notizia clamorosa, che qualora venisse confermata, farebbe molto scalpore. Per il momento, gli avvocati del programma non hanno rilasciato dichiarazioni in merito e neppure la nota conduttrice, Federica Sciarelli, ha voluto sbilanciarsi sulla questione.

Ad ogni modo, bisogna segnalare che intorno a questa vicenda l’autorità giudiziaria sembra avere un conto in sospeso. Infatti, anche il giornalista Rai Milo Infante, che si era occupato di questo celebre caso di cronaca, è stato di recente querelato da un magistrato di Marsala. La mamma di Denise, Piera Maggio ha così commentato queste ultime novità: “Attorno a me stanno facendo terra bruciata”. Purtroppo per i familiari di Denise, vere vittime di tutta questa storia, non sembrano esserci altre novità.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.