DRAMMA IN ITALIA, TERRIBILE TRAGEDIA FERROVIARIA: INUTILI I SOCCORSI

Una tragedia terribile sconvolge per sempre la vita di una famiglia nel ravennate. E’ incredibile come, ancora al giorno d’oggi, possano succedere drammi simili. Si trattava di un treno che viaggiava sulla linea Ravenna-Rimini. La polizia ferroviaria è al lavoro per cercare di capire quanto accaduto per ricostruire nei dettagli la dinamica del tragico incidente.

I soccorsi sono arrivati tempestivi ma, purtroppo, l’impatto è stato troppo violento e si è capito subito che qualsiasi manovra salvavita sarebbe stata inutile. Una morte terribile, non augurabile a nessuno, ha colpito questo sventurata vittima. Ancora incerta l’identità del malcapitato, ecco di chi si trattava.

L’ACCADUTO
Ieri mattina, 5 aprile 2022, poco prima delle 10.00 un treno regionale sulla tratta Ravenna-Rimini, all’altezza del centro sportivo Lama, ha travolto e ucciso un ragazzino di appena 15 anni. Una tragedia immane, che proprio in queste ore si sta cercando di ricostruire. Da quanto trapela dalla testimonianza del macchinista, potrebbe non essersi trattato solo di uno sventurato incidente.

Inquietante infatti lo scenario che si sta delineando, in quanto alla base della tragedia, potrebbe esserci un gesto volontario del ragazzo. Da una prima ricostruzione emersa dalla versione del macchinista alla guida del treno, quest’ultimo avrebbe azionato prontamente sia il freno che il segnale sonoro di pericolo ma, era ormai troppo tardi. L’impatto con il povero 15enne è stato inevitabile.

Immediatamente precipitata sul posto sia la Polizia Ferroviaria per le prime indagini del caso, raggiunta poi dai Carabinieri e dagli agenti della Questura di Ravenna. Tempestivo quando inutile, purtroppo, l’intervento dei sanitari del 118 che, appena giunti sul posto, si sono limitati a constatare il decesso del giovane. Il traffico ferroviario ha subito delle modifiche fino alle 12 circa, per permettere alle forze dell’ordine di eseguire gli accertamenti. Sotto choc la famiglia alla notizia della tragedia che ha spezzato la vita del loro ragazzo.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.