“Da madre mi vergogno, ma devo farlo”. Nina Moric, l’appello per il figlio Carlos Corona

Nina Moric è stata da poco ospite di Verissimo e con Silvia Toffanin ha affrontato anche l’argomento Fabrizio Corona, con cui ha detto di non avere più rapporti. In questi giorni l’ex re dei paparazzi ha spento 48 candeline e il figlio Carlos Maria ha registrato un videomessaggio di Carlos in occasione del compleanno del padre.Adv

Lo definisce “un grande uomo, un uomo speciale, colui che mi ha dato la vita”. Poi il figlio di Nina Moric esprime tutto l’orgoglio per il suo papà, per la sua etica lavorativa, per il fatto che “nonostante la fatica e il sonno è sempre lì, pronto a combattere e dare tutto”. Un padre che per lui è un modello da seguire: “Mi sta indirizzando”, dice ancora fiero.

Nina Moric, l’appello per il figlio Carlos Maria Corona

Poche ore dopo questo videomessaggio, nel cuore della notte è arrivato un lungo sfogo di Nina Moric. Una serie di Storie Instagram in cui esprime grossa preoccupazione per la salute del figlio Carlos Maria Corona e chiede ai follower di aiutarla a gestire la situazione. “Da madre mi vergogno di fare questo appello… Vi prego aiutatemi, mio figlio ha bisogno!”, esordisce.

Nina Moric si dice molto preoccupata per il figlio e scrive ancora: “Carlos non deve essere criticato! È solo vittima del male che deve essere fermato! Che io sia bruciata ma lui deve essere salvato!”. “Lontano da me ma libero”, arriva a dire la showgirl e modella. Quindi l’appello: “Abbiamo bisogno di voi, so che chiedo troppo. Ma voglio soltanto la sua libertà a costo della mia morte…”.

nina moric appello figlio carlos fabrizio corona
nina moric appello figlio carlos fabrizio corona

“Fabrizio Corona non è mai stato un padre. Non lo sto condannando ma mi dispiace perché non sarà mai in grado di accettare la felicità di Carlos”, aggiunge Nina Moric nel suo lungo sfogo. Che però si conclude con tutt’altro tono: “Sai cosa vi dico! Ma alla fine io cosa posso fare se il figlio è uguale al padre. Scusatemi. Ma vaffa…”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.