GIANNI MORANDI, È ARRIVATA LA TERRIBILE NOTIZIA: FAN SCONVOLTI

Gianni Morandi ha condotto il Festival nel 2011 e nel 2012, ci è andato 6 volte come Big nel 1987 e quest’anno è tornato all’Ariston con la sua canzone ” Apri tutte le porte”; una canzone di speranza e piena di ritmo che è diventata un vero e proprio tormentone.

L’eterno ragazzo che, a 78 anni (pur non dimostrandoli affatto) ha avuto dalla vita una carriera costellata di hit di successo, che gli hanno fatto scalare le classifiche, fino a far diventare una sua canzone la colonna sonora di un film da Oscar come Parasite, ha, senza ombra di dubbio un dono innato. quello di contagiare intere generazioni con il suo sorriso a 32 denti. Ma continua ad avere problemi di salute.

COSA STA ACCADENDO
L’annuncio ha lasciato i fan letteralmente sconvolti, ma la salute viene prima di tutto. Gianni Morandi continua ad avere problemi alla mano destra, tanto da aver annunciato lo stop ai concerti. E’ trascorso 1 anno dall’incidente che lo aveva costretto al ricovero all’ospedale Bufalini di Cesena, per via delle lesioni riportate a mani e gambe mentre bruciava sterpaglie nel suo giardino di casa, nel Bolognese, e che lo aveva costretto a un ricovero di quasi 1 mese, ma l’artista ora deve assolutamente fermarsi e operarsi alla mano.

Morandi ha scelto di comunicare la brutta notizia su Facebook e Instagram. Queste le sue parole:“Ieri sera ho tenuto il mio 36esimo concerto al Teatro Duse di Bologna ma ora devo interrompere il tour per affrontare un intervento chirurgico alla mia mano destra. Non so ancora quanto dovrò stare fermo ma sono certo che non sarà per pochi giorni”.

Il cantautore ha voluto ringraziare “i due musicisti che mi hanno accompagnato in questo meraviglioso viaggio di musica e canzoni, Alessandro Magri al pianoforte ed Elia Garutti alla chitarra”, oltre ai collaboratori che lo hanno supportato e alla “grande famiglia del Teatro Duse“. Non poteva non ringraziare, infine, tutti i suoi fan che “in migliaia, da ogni parte d’Italia, siete venuti ad incontrarmi, ascoltarmi e a farmi sentire il vostro affetto“, sino all’aufurio finale: “Speriamo di rivederci presto!“.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.