OGGI È UN ALTRO GIORNO, BANFI SI RACCONTA: COMMOZIONE IN DIRETTA TV

L’ attore Lino Banfi, ospite di Serena Bortone, a Oggi è un altro giorno, ha parlato dell’incontro con Papa Francesco, che lo ha ricevuto in udienza privata di qualche giorno fa. Un onore per l’attore che ha voluto pregare insieme al Pontefice per il mondo e per il suo matrimonio, avendo festeggiato il giorno prima aveva il sessantesimo anniversario di nozze.

Tutti conoscono e amano il celebre attore ma anche comico, sceneggiatore ed ex cabarettista italiano, noto a tutti come il ‘nonno d’Italia’, avendo rivestito il ruolo di nonno Libero in un Medico in Famiglia, che ha raccontato di avere avuto il piacere e l’onore di incontrare, alcuni giorni fa il Pontefice e di aver anche pregato insieme a lui. 

Ospite di Serena Bortone a Oggi è un altro giorno, Banfi ha raccontato: “Abbiamo chiacchierato molto e ho cercato di farlo sorridere”, mostrando poi la dedica che gli ha scritto il Papa: “Al mio amico nonno d’Italia per il bene che fa, per l’anniversario del suo matrimonio e perché continui a pregare”

Mi ha messo a mio agio – ha assicurato Banfi – e ha cominciato a ridere quando gli ho detto ‘non capisco perché si chiamano bellici perché sono bruttici’”. L’incontro col Pontefice è stato descritto dall’attore come un “premio alla carriera incredibile”. Lino Banfi nel corso dell’intervista rilasciata a Serena Bortone ha reso note le parole che Papa Francesco gli ha scritto nella dedica. “Al mio amico nonno d’Italia per il bene che fa, per l’anniversario del suo matrimonio e perché continui a pregare…”, queste le parole del Papa. 

Durante l’incontro col Pontefice, Banfi ha parlato tanto di sua moglie, che è malata di Alzheimer: “Quando abbiamo chiacchierato di mia moglie ha cambiato faccia. Abbiamo fatto 60 anni di matrimonio e mia moglie mi aveva detto: ‘Visto che vai dal Papa, che è più vicino a Gesù, pregalo se ci fa morire insieme’. Si è quasi commosso e mi ha risposto: ‘Mi sarebbe piaciuto tanto poterlo fare, ma voi dovete vivere a lungo’”. Sulla moglie spiega: “Si continua sempre con piccoli passi. Io la faccio ridere, ma anche lei. Mi ha sempre detto che a un certo punto della malattia non riconoscerà neanche me e a volte mi fa gli scherzi. Avrà imparato a recitare”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.