La Rai ha sospeso il nuovo programma di Pierluigi Diaco dopo le polemiche

La Rai ha deciso di cancellare il nuovo programma di Pierluigi Diaco“Signora mia”, questo il suo titolo provvisorio, che sarebbe dovuto andare in onda in estate su Rai 1. La decisione dei vertici dell’azienda di Viale Mazzini, secondo quanto si apprende dai principali media nazionali, sarebbe arrivata dopo le polemiche sorte negli scorsi giorni proprio attorno al nuovo format televisivo, format che comunque dovrebbe andare in onda dal prossimo settembre.

“Il ritorno di Diaco un’idea condivisa con il direttore del genere daytime Antonio Di Bella? No, è passata sulla sua testa perché la miglior amica dell’ex enfant prodige della tv, Giorgia Meloni, ha parlato direttamente con il vertice di Viale Mazzini” – così aveva scritto pochi giorni fa il quotidiano La Stampa. Dopo le anticipazioni lanciate anche da Dagospia il caso era diventato appunto politico, e per questo forse è arrivata la decisione di sospendere il programma.

Molte critiche

Secondo quanto fa sapere Il Fatto Quotidiano, non appena la notizia in questione è stata lanciata ci sono stati moltissimi commenti a dir poco severi sui social network. Dobbiamo precisare, questo per dovere di informazione, che la circostanza che la Meloni abbia parlato con i vertici Rai non è assolutamente confermata da nessuna fonte, nemmeno dai diretti interessati.

Quindi per il momento rimane una indiscrezione riportata dai media. Al momento non è dato sapere come abbia preso la decisione Diaco, noto conduttore tv che avrebbe dovuto segnare il suo ritorno in Rai. “Signora mia” dovrebbe prendere il posto di “Detto Fatto” durante il prossimo autunno almeno per due stagioni.

Pierluigi Diaco è un giornalista italiano. Nel corso della sua carriera ha lavorato appunto anche come conduttore televisivo per diversi programmi, anche in Rai, come “La cantina” nel 1997 e “Maglioni marroni” nel 1999. Nelle prossime potranno conoscersi ulteriori dettagli sulla decisione in questione presa dalla Rai.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.