“Si è tolto la vita”. GF Vip, Soleil choc: tutti sconvolti nella Casa. Non l’aveva mai detto prima

Nella Casa del ‘GF Vip’ è tempo anche di racconti e di sfoghi che stanno colpendo il pubblico. Uno ne è arrivato nelle scorse ore da Soleil Sorge, che ha deciso di aprirsi e di rivelare dettagli della sua vita privati mai svelati prima. Lo ha fatto durante una conversazione con il coinquilino Antonio Medugno, con il quale sta instaurando un rapporto che si sta avvicinando ad una vera e propria forte amicizia. Il passato dell’ex ‘Uomini e Donne’ è stato scosso da un evento decisamente traumatico.

Intanto, Soleil Sorge si è soffermata su Nathaly Caldonazzo, che si sarebbe resa protagonista di una frase choc che potrebbe causarle provvedimenti serissimi: “Io non ho mai sentito una frase così brutta in tutta la mia vita“. Da quello che si capisce, la grave frase in questione è stata pronunciata davanti a Jessica e Alessandro e a rivelarlo è stata ieri pomeriggio la Selassié: “Eravamo io Alessandro e Nathaly e a un certo punto lei ha detto quella cosa che…”. Per non dimenticare, Soleil Sorge si è lamentata anche di altre frasi di lei.

GF Vip Soleil Sorge Racconto Suicidio Amico

Soleil Sorge ha iniziato a parlare con Medugno di un gravissimo fatto, che si è verificato diversi anni fa, quando lei viveva negli Usa. Si trovava in compagnia di alcuni amici e stavano viaggiando a bordo di una vettura, quando sono rimasti coinvolti in un terribile incidente stradale. Dalle conseguenze pesanti: “Per fortuna io avevo la cintura, ma abbiamo perso coscienza praticamente tutti. Io sono riuscita a riprendermi un attimo e ho visto la macchina che fumava e che stava per prendere fuoco”.00:00/00:00

GF Vip Soleil Sorge Suicidio Amico

Poi, continuando a dialogare con Antonio Medugno, Soleil Sorge ha aggiunto: “Avevo la spalla uscita da fuori, con l’altro braccio e grazie all’aiuto di un mio amico sono riuscita ad aprire lo sportello mentre stava arrivando l’ambulanza. Abbiamo tirato fuori gli altri amici e l’ambulanza ancora non era giunta sul posto. Uno dei miei amici non aveva possibilità economiche e studiava, grazie ad una borsa di studio perché era bravo a giocare a football, ma si è ferito in modo grave alla gamba e ha perso tutto”.

E poi Soleil ha rivelato che c’è stato l’epilogo più tragico: “Sono passati circa sei mesi, tra assicurazioni, danni e la penale legale perché era alla guida dell’automobile dell’altro. A lui avevano tolto la patente, quindi questo mio amico dopo sei mesi non è riuscito a reggere ai suoi sensi di colpa e si è suicidato”. Una vicenda che lei non ha mai potuto dimenticare.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.