Sport in lutto, il campione italiano sconfitto dal Covid. Morto a 55 anni

Loading...

Pluripremiato a livello italiano e internazionale nelle categorie “over”, è morto a 55 anni sconfitto da Covid. L’atleta si trovava all’ospedale di Mirano, ricoverato dopo aver contratto il coronavirus, che non gli ha lasciato scampo.

Il 55enne lascia la madre, i fratelli Marco e Massimo e le due sorelle Cinzia e Loretta. I funerali si terranno lunedì 27 dicembre, alle 15, nella chiesa parrocchiale di San Martino vescovo a Pianiga, in provincia di Venezia. Sul suo profilo Facebook in tanti lo ricordano con messaggi: “Addio amico mio…..ci rivediamo presto in cielo“; “Che la terra ti sia lieve“, si legge tra i tantissimi commenti.

 Luca Pettenò campione body building morto Covid

E ancora “Ricordati Signore di questo fratello che hai chiamato a Te da questa vita, come col Battesimo lo hai unito a Te rendilo partecipe della Tua Resurrezione. Riposa in Cristo Luca“. Luca Pettenò, agente di sicurezza e bodybuilder, pluripremiato a livello italiano e internazionale nelle categorie “over” da qualche tempo era residente a Caltana di Santa Maria di Sala, ma aveva sempre vissuto a Pianiga.

Loading...
 Luca Pettenò campione body building morto Covid

Nel comune in provincia di Venezia frequentava da molti anni il “Linea Club” di Vigonza e Michela, una delle istruttrici di fitness della palestra, lo ha ricordato sulla pagina social: “Te ne sei andato in punta di piedi, – ha scritto – senza fare rumore, lasciando un vuoto incolmabile. La tua casa non sarà più la stessa, noi non saremo più gli stessi. Ciao Luca, ovunque tu sia, rip grande uomo”.

Luca Pettenò aveva contratto il Covid, poi era stato reso necessario il ricovero dopo che le sue condizioni erano peggiorate. “L’ho conosciuto più di di 30 anni fa, – ricorda Marina sui social – un gigante buono, un’anima lieve, rimasta intatta con il passare degli anni. Ci incrociavamo spesso in paese, e non è mai mancato quel suo sorriso sincero. Alle persone che ti hanno conosciuto bene mancherai davvero tanto”.

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.