Francesco Facchinetti aggredito da Conor McGregor: “Non ritiro la denuncia neanche per 10 milioni”

Loading...

Va avanti l’azione legale di Francesco Facchinetti contro il campione di arti marziali Conor McGregor, che ha aggredito con un pugno il dj lo scorso 17 ottobre. Facchinetti chiarisce nelle Storie Instagram che la denuncia va avanti, anche se non ci sarebbero filmanti del pestaggio subito. Il punto per il dj è provare la pericolosità di McGregor, per cui non si tirerebbe indietro neanche per un risarcimento esorbitante.

Francesco Facchinetti va avanti con la denuncia contro Conor McGregor

Francesco Facchinetti non si arrende nella sua battaglia contro Conor McGregor, burrascoso campione di Mma.

Il dj lo scorso 17 ottobre è stato aggredito da McGregor con un pugno in faccia, che gli ha causato un trauma cranico e una distorsione alla rachide cervicale, come ha raccontato lo stesso Facchinetti su Instagram. Il figlio del frontman dei Pooh ha raccontato di essere stato molto male anche psicologicamente e di aver denunciato il marzialista ai Carabinieri.

Loading...

Ora Facchinetti torna ad aggiornare i suoi follower su Instagram su come procede l’azione legale, sul quale non è disposto a retrocedere.

Siccome in tanti me lo chiedono, se non rispondo sembra che me ne freghi o che abbia stoppato tutto: assolutamente no“, dichiara su Instagram, “Abbiamo depositato la denuncia, spero che la legge faccia il suo corso“.

Facchinetti non ritirerà la denuncia neanche per 10 milioni di euro

Facchinetti ha continuato spiegando di non essere interessato a un mega risarcimento: “Se avessi fatto tutto questo per soldi sarei stato in silenzio, non avrei denunciato ma mandato tutto quello che avevo in mano, le dichiarazioni dei miei testimoni, all’avvocato del signor Conor McGregor chiedendo un risarcimento“.

Ma il dj non vuole soldi, neanche per “10 milioni di euro” ritirerebbe la denuncia. Facchinetti vuole provare che il campione di Mma sia una persona “altamente pericolosa, come dichiarato anche da Roby Facchinetti, ed evitare episodi del genere ad altri in futuro.

Non ci sono filmati dell’aggressione ma i testimoni non mancano

Come racconta il dj, nella sala dove McGregor lo avrebbe preso a pugni non ci sono telecamere che hanno registrato l’aggressione, ma Facchinetti conta su quelle dei corridoi dell’Hotel St. Regis, dove si trovava per una serata tra amici.

Ci sono inoltri diversi testimoni del pestaggio, tra cui anche Benji, che aveva passato la serata con il dj e con la moglie, e che si è detto pronto a raccontare l’accaduto. Il cantante avrebbe esortato lui stesso Facchinetti a presentare denuncia per l’aggressione definita “inspiegabile“.

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.