Sciopero generale 11 ottobre, a rischio i trasporti pubblici. Fasce orarie e servizi garantiti

Loading...

Lunedì 11 ottobre ci sarà uno sciopero generale di trasporti pubblici, scuola, uffici pubblici, treni e aerei e coinvolgerà tutta Italia. Lo sciopero è stato indetto dai sindacati Cobas che hanno motivato la decisione in un comunicato stampa. Nella giornata di lunedì saranno a rischio quindi diversi servizi ma con fasce orarie garantite.

Sciopero generale lunedì 11 ottobre

Lunedì 11 ottobre 2021 è stato indetto uno sciopero generale dei trasporti pubblici, treni, aerei e scuola.

Nel comunicato ufficiale diramato da Cobas le motivazioni dello sciopero:

  • Riduzione del tempo di lavoro a parità di salario per contrastare la disoccupazione dovuta all’informatizzazione e robotizzazione della produzione
  • Un lavoro di qualità in termini di diritti, con il contratto a tempo indeterminato come regola generale
  • L’innalzamento dei salari reali e un salario minimo europeo, l’abolizione del Jobs Act e della riforma Fornero;
  • Parità salariale per le donne
  • No allo sblocco dei licenziamenti e alla sospensione del reddito per mancanza di Green pass;
  • Sì alla soppressione di appalti e subappalti, con internalizzazioni a partire dal pubblico impiego
  • Rivalutazione delle pensioni attuali e pensioni pubbliche garantite ai giovani
  • Un reddito universale, esteso anche alle/ai migranti, che rafforzi il potere contrattuale dei lavoratori/tricii
  • Il rafforzamento dei sistemi ispettivi e del ruolo delle RLS, per una reale sicurezza sul lavoro, maggiori sanzioni per i datori di lavoro inadempienti
  • Un’inversione di tendenza rispetto ai disastri ecologici e al cambiamento climatico provocati dal capitalismo, evitando operazioni di green washing

E ancora, il rilancio dello Stato sociale, tramite:

Loading...
  • Investimenti nella scuola pubblica, con la riduzione del numero di alunne/i per classe
  • L’aumento degli organici con l’assunzione delle/dei docenti con 3 anni di servizio e le/gli Ata con 2; per interventi immediati e di lungo periodo nell’edilizia scolastica e nei trasporti locali
  • Investimenti nella sanità pubblica con l’assunzione a tempo indeterminato di infermiere/i , medici e operatori socio-sanitari, potenziando la medicina sul territorio e nelle scuole, contro l’aziendalizzazione e la privatizzazione della sanità; per la sospensione dei brevetti e l’esportazione dei vaccini e della tecnologia per produrli in loco per la lotta alla pandemia
  •  Potenziamento del trasporto pubblico, invertendo la privatizzazione/aziendalizzazione degli ultimi decenni, con il ritorno alla gestione diretta da parte dei soggetti pubblici
  • Adeguate assunzioni nel pubblico impiego per rispondere alle necessità sociali (cura anziani e disabili in casa, tutela del territorio e dell’ambiente, bisogni culturali e sportivi ecc.

Le modalità dello sciopero generale di lunedì 11 ottobre

Sullo sciopero generale Ferrovie dello Stato ha fatto sapere che l’agitazione partirà già alle 21 di domenica 10 ottobre per terminare lunedì 11 ottobre sempre alle 21.

Anche Italo ha fatto sapere che parteciperà allo sciopero; le aziende hanno però rassicurato i viaggiatori che coloro che si troveranno in viaggio a sciopero iniziato arriveranno a destinazione finale se raggiungibile entro un’ora dall’inizio dell’agitazione.

Per quanto riguarda il trasporto regionale, saranno garantite le fasce protette tra le 6 e le 9 del mattino e tra le 18 e le 21 di sera. Nelle principali città come Roma, Torino, Milano, Napoli… i servizi di trasporto locale hanno già reso note le modalità di viaggio e le fasce orarie garantite.

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.