Michele Merlo è morto, non ce l’ha fatta il giovane talento di Amici

Loading...

Michele Merlo, alias Mike Bird, è morto. Le sue condizioni sono peggiorate e l’ex concorrente di Amici e X-Factor non ce l’ha fatta. Era ricoverato nel reparto di terapia intensiva dell’Ospedale Maggiore di Bologna dopo essere stato colpito, nella notte tra giovedì e venerdì, da un’emorragia celebrale scatenata da una leucemia fulminante e sottoposto a un delicato intervento chirurgico.

michele merlo morto amici

La sua situazione era stata data per disperata. Ora resta la rabbia, perché prima del ricovero Michele Merlo era stato rimandato a casa dall’ospedale di Vergato dove i sintomi che presentava da qualche giorno, dice la famiglia, sono stati interpretati “come una banale forma virale”.

Loading...

“Michele si sentiva male da giorni – raccontano – e mercoledì si era recato presso il pronto soccorso di un altro ospedale del bolognese che, probabilmente, scambiando i sintomi descritti per una diversa banale forma virale lo aveva rispedito a casa. Anche durante l’intervento richiesto al pronto intervento nella serata di giovedì, pare che lì per lì, non fosse subito chiara la gravità della situazione”. Ora Michele Merlo si trova all’ospedale Maggiore di Bologna e la sua vita è attaccata a un filo.

La famiglia tuttavia ci tiene a precisare come siano andate le cose, fugando anche il campo da ipotesi fantasiose circolate nelle scorse ore, secondo cui il malore di Michele Merlo fosse dovuto a una correlazione con il vaccino Covid: “Michele non è stato in nessun modo vaccinato contro il Covid. È stato colpito da una severa forma di Leucemia fulminante con successiva emorragia cerebrale”.

Il padre di Michele Merlo, Domenico, ha raccontato della leggerezza con cui i medici del pronto soccorso dell’Ospedale di Vergato hanno accolto il figlio lo scorso mercoledì, quando l’artista si è recato al pronto soccorso per dei dolori ed è stato dimesso in quanto “intasava il pronto soccorso per due placche alla gola”.

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.