“Nudo davanti a nostra figlia”. L’ex marito di Adriana Volpe mostra le foto

Loading...

Il matrimonio finito male tra Adriana Volpe Roberto Parli finisce nel veleno di accuse senza precedenti. “Chi è questa persona? Adesso basta! Le falsità prima o poi devono uscire!”, scrive l’imprenditore su Instagram, pubblicando una foto della showgirl ex Grande Fratello Vip e conduttrice di Ogni mattina su Tv8, insieme a Marco Profeta, cantante, avvocato e personaggio televisivo.

Loading...

E lancia poi accuse gravi e circostanziate, che potrebbero portare tutti in tribunale.  “Io so solo una cosa, che questa persona girava in casa Sign. Volpe/ Parli in quanto ancora sposati! Nudo! Davanti a nostra figlia GISELE! Audio e testimonianze potranno accertare i fatti!”, scrive Parli, accusando direttamente la quasi ex moglie.

“Non ho nessuna paura di quello che scrivo, mi aspetto sicuramente ripercussioni legali! Ma per difendere mia figlia sono e sarò sempre disposto a tutto! Ps: vi anticipo che qualsiasi risposta sarà da me ribattuta con molto altro! Per mia figlia!”.

Tra i commenti, c’è chi lo attacca (“Vergognati”) auspicando che venga denunciato dalla Volpe. “Spero di sì, così ci sarà giustizia”, ribatte l’imprenditore svizzero.

Quando morì suo padre per coronavirus, Adriana non esitò a uscire dalla casa del GfVip, di cui era una delle favorite per la vittoria finale, per poter stare accanto al marito in quei giorni di lutto, Ma poi proprio il lockdown, con Adriana e la figlia di 9 anni in una casa e Parli all’estero, sembra aver spezzato definitivamente la coppia.

L’esito attuale, però, era imprevedibile. “Ho letto un post che devo duramente censurare e che, purtroppo, palesa i gravi problemi di mio marito – è la replica della Volpe -. Basti pensare che ieri sera eravamo serenamente a cena al ristorante insieme con nostra figlia e oggi pregiudica e infanga. Al momento non voglio aggiungere altro, non essendo questa la sede”.

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.