Otto e Mezzo, sconvolgente confessione di Ornella Vanoni: “Mi ha messo un dito nelle mutande. E poi…”, l’orrore subito da un idraulico

Loading...

Ornella Vannoni è stata il grande ospite della puntata di Otto e Mezzo di ieri, giovedì 22 aprile 2021, trasmissione condotta da Lilli Gruber e in onda su La7. Insieme ad Alessandro Sallusti e Andrea Scanzi, la Vannoni ha commentato l’attuale situazione di stallo sulle riaperture: “Non credo in un’apertura così veloce, non avendo ancora fatto la vaccinazione. Se non riescono a fare il vaccino a più gente velocemente, torniamo non rossi, ma paonazzi” ha tuonato la cantante. Tanti gli argomenti trattati durante la puntata di ieri: dal mondo dello spettacolo, alla politica, arrivando al discusso “Caso Grillo”.

Loading...

“Un uomo esasperato” lo ha definito la Vannoni. “Pensa che cavalchino suo figlio perché è suo figlio, ma è chiaro che i giornali lo facciano. Gli altri tre non sono nessuno, ma sono tutti e quattro colpevoli. Fanno le caz**te e poi si riprendono. Se tu bevi e ti mando giù mezza bottiglia di vodka tu sei accondiscendente per forza, ubriaca fradicia” ha commentato l’accaduto e ha aggiunto “Perché la donna è sempre colpevole? Anche le donne molto spesso non sono state dalla parte delle donne, siamo sempre cattive e il diavolo, è un fatto ancestrale” ha dichiarato l’87enne.

In seguito, ha svelato un terribile aneddoto riguardo alla sua vita personale: “Durante la guerra eravamo sfollati. Avevo 10/11 anni, è arrivato l’idraulico che mi ha messo un dito sopra le mutandine e io sono scappata. Dalla vergogna, facevo dei giri esagerati per non passare davanti al suo negozio, mi vergognavo di me stessa, la donna si sente sempre colpevole” ha raccontato la cantante nel gelo più assoluto dello studio televisivo. “Se dovessi dedicare una delle tue canzoni a Mario Draghi, quale scegleresti?” rompe il silenzio Gruber. “Domani è un altro giorno, si vedrà” risponde sorridente Ornella Vannoni.

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.