M5s, la vendetta di Davide Casaleggio: “Voglio 441mila euro entro oggi”, vuole distruggere la sua creatura?

Loading...

Davide Casaleggio ha mandato al reggente e ai capigruppo del Movimento Cinque Stelle una lettera in cui chiede subito, entro e non oltre il 3 marzo 2021 (oggi, ndr), 441.600 euro. “Un primo conteggio per saldare il debito accumulato”, per problemi di sostenibilità economica per i mancati pagamenti di alcuni parlamentari. “La scelta di non voler inviare diffide ai ritardatari negli ultimi anni ha aggravato la situazione”, scrive Casaleggio, quindi pretende un pagamento immediato degli arretrati.

I servizi richiesti “dovranno essere pagati in anticipo secondo una tariffazione che verrà definita di volta in volta”. Insomma il rapporto è ai minimi termini. Il figlio di Gianroberto ormai è una cosa a parte rispetto al Movimento. Non  approva la svolta governativa con Draghi, l’alleanza strutturale col Pd e la progressiva perdita di potere di Rousseau sui grillini. Si sta cercando di porre rimedio e cambiate il contratto della piattaforma con i Cinque Stelle.

Loading...

Già a metà agosto Casaleggio presentò un primo  conto per continuare il rapporto. Il documento che, “presentò offriva condizioni insostenibili: un milione e 200mila euro all’anno, cioè quanto era previsto inizialmente con i 300 euro a eletto senza contare però l’assottigliamento delle truppe. In più, la supervisione su tutti i post pubblicati sul blog delle stelle, dai quesiti delle votazioni a tutto il resto”. La transazione amichevole richiesta da Grillo si fa sempre più complicata, a questo punto, scrive Repubblica. . Nessuno sta più con Casaleggio tra i grillini: Alessandro Di Battista è andato via e gli espulsi Nicola Morra, Barbara Lezzi chissà se rientreranno mai. Intanto la prima cosa a cambiare sarà il simbolo. “Sotto alla scritta Movimento 5 Stelle non ci sarà più scritto Blog delle stelle, ma una dicitura che guarda lontano, all’Italia del 2050”. Insomma la storia tra Casaleggio e i Cinque Stelle è agli sgoccioli.

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.