Choc a Roma, ghanese pesta un bimbo di 5 anni e gli spezza un braccio: era ospite di un centro di accoglienza

Loading...

Avevano affidato domenica scorsa il loro bimbo di 5 anni a una baby sitter ghanese, ma quest’ultima aveva portato il fidanzato, anch’egli del Ghana Quando sono tornati hanno trovato il piccolo con il volto tumefatto e diverse fratture. E’ accaduto a Guidonia, provincia di Roma, La mamma, anche lei ghanese, appena viste le condizioni del piccolo ha chiamato i carabinieri: il bambino tra le braccia della sua mamma, piangeva a dirotto. Trasportato in ospedale, i medici hanno diagnosticato diverse fratture con una prognosi di 60 giorni. Era stato proprio il fidanzato della baby sitter a ridurlo in quelle condizioni.

Loading...

Il colpevole viene dal Ghana ed è ospite di un centro migranti. I due connazionali, secondo quanto ha denunciato la signora agli inquirenti, si sarebbero allontanati immediatamente dall’appartamento, completamente ubriachi. Il piccolo è stato ascoltato in audizione protetta, alla presenza di uno psicologo. E ha confermato quanto raccontato dalla madre. La baby-sitter non avrebbe picchiato il bimbo, ma soltanto il su fidanzato.

Secondo gli inquirenti, scrive il Tempo, sarebbe stato proprio il 25enne, ubriaco, a massacrare il piccolo. La sua compagna non avrebbe alcuna responsabilità. Il ragazzo quindi è stato fermato prima che riuscisse a scappare. Accusato di lesioni gravi, presto il gip deciderà se convalidare o meno l’arresto. Il bambino è fuori pericolo di vita,  ma resta ancora ricoverato nel reparto di Pediatria del Policlinico Umberto I con sessanta giorni di prognosi salvo complicazioni. Il piccolo era stato portato in ospedale proprio dalla madre.

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.