Guido Crosetto, la stoccata a Roberto Fico: “Mandato esplorativo? Inizierà telefonando a Casaleggio…”

Loading...

Guido Crosetto senza peli sulla lingua. Per il fondatore di Fratelli d’Italia, da tempo fuori dalla politica, non ci sono dubbi. I quattro giorni concessi da Sergio Mattarella a Roberto Fico hanno una ragione ben precisa. Il mandato esplorativo servirà al presidente della Camera dei deputati per chiamare Davide Casaleggio nella speranza di farci pace. Riesumare la piattaforma Rousseau, una volta considerata dal Movimento 5 Stelle il baluardo della democrazia, ma da tempo ben serrato in soffitta. E solo a quel punto – ironizza Crosetto – “provare a riaccenderla e vedere se funziona, indire una votazione”. E, passaggio meno difficile di tanti altri, “accordarsi con Davide sulla percentuale di vittoria del sì a Italia Viva”.

Loading...

Solo così i grillini potrebbero tentare di non perdere la faccia. Oltre ai voti, ovvio. In caso di mancato accordo tra Matteo Renzi e i pentastellati, Giuseppe Conte è destinato ad andare a casa. E con lui anche il Movimento. In caso contrario, se dovessero riconciliarsi, i Cinque Stelle si renderebbero protagonisti dell’ennesima figuraccia. Dopo i numerosi “mai più con Italia Viva”, la creatura di Beppe Grillo volterebbe nuovamente le spalle agli elettori. Anche se il fatto sembra non preoccupare molto i vertici a Cinque Stelle. D’altronde per le poltrone questo e altro.

Una situazione che ha dell’assurdo. “Le vicende politiche di questi giorni – cinguetta ancora Crosetto quasi allibito – si potrebbero (anche) riassumere così: è in corso un braccio di ferro tra due forze politiche che attualmente, nel paese, rappresentano meno del 20 per cento di elettorato. Ora che hanno trovato una mediazione, l’intendenza (cioè tutto il resto)….”. Non a caso l’idea delle elezioni anticipate vede tutti d’accordo: dai grillini ai dem fino ai renziani. E chissà se non sarà proprio questo il motore per far ripartire un terzo esecutivo a guida Conte.

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.