Teresa Bellanova, altro ultimatum a Giuseppe Conte: “Chiarezza sugli 007 o non ha senso restare”

Loading...

Teresa Bellanova prosegue nell’ultimatum già annunciato a Giuseppe Conte. “Lo abbiamo detto con estrema chiarezza. L’indisponibilità di Conte a un confronto sul ruolo dell’Autorità Delegata è inspiegabile”. Il ministro delle Politiche agricole, nonché capodelegazione di Italia Viva, non usa mezzi termini e in un’intervista a Il Messaggero ribadisce: “Aspettiamo la risposta. Di certo dovrà essere all’altezza delle questioni poste”. Qui nuovamente l’avvertimento: “se non lo fosse, verrebbe meno anche il senso del mio e del nostro stare al governo. Lo ha detto Renzi in Senato; lo ripeto io: noi non facciamo tappezzeria”.

Loading...

Nel mirino la delega che vanta il premier sui servizi segreti: “L’intelligence appartiene a tutti, non è la struttura privata di qualcuno” e perciò “è necessario indicare un nome autorevole per gestire questo settore”. Da tempo infatti i renziani non vedono di buon occhio la volontà del presidente del Consiglio di accentrare su di sè tutti i poteri. Dello stesso parere anche Andrea Orlando. Il vicesegretario del Pd al Foglio conferma: “La questione dell’autorità delegata ai servizi segreti si pose già durante la formazione del governo. E allora si decise di lasciarla in capo al premier per evitare che l’attribuzione di un incarico così delicato fosse oggetto di spartizione politica”. I tempi – è il pensiero del partito – sono cambiati. Per questo “credo che sia necessario domandarsi se sia opportuno che tutto resti nelle mani del premier”. Insomma, fuoco amico contro il presidente del Consiglio.

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.