Macron “chiude” Parigi: c’è il coprifuoco dalle 21 allle 6

Loading...

Parlando in televisione alla nazione, Emmanuel Macron ha annunciato il coprifuoco che entrerà in vigore dalle 21 di sera alle 6 del mattino.

Partirà domenica a mezzanotte e interesserà le zone di massima allerta, ovvero la Capitale, l’Ile-de-France e altre otto metropoli.

Macron è preoccupato per la situazione in Francia

La decisione, come ha spiegato il presidente francese, è stata presa per “proteggere i bambini e gli anziani e il nostro sistema sanitario”. L’obiettivo preposto è quello di riuscire a “ridurre i contatti privati che sono i più pericolosi”. Il capo dell’Eliseo ha inoltre aggiunto che tutta l’Europa in questo momento si trova in quella che spesso è stata chiamata seconda ondata, come si vede in diversi paresi quali la Germania, l’Olanda e la Spagna.

Macron ha dichiarato che in Francia il virus è ripartito e sta circolando velocemente. Parlando dell’emergenza coronavirus in atto ha sottolineato che “ogni giorno duecento persone entrano in rianimazione” a causa del Covid-19. E che il virus colpisce tutti: al momento metà dei pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva in Francia ha meno di 35 anni. Il presidente francese non ha nascosto la sua preoccupazione, anche se, ha tenuto a precisare che ancora non è stato perso il controllo e non si è nel panico. Da qui la decisione di annunciare il coprifuoco dalle 21 di sera alle 6 del mattino nelle zone di massima allerta.Metà Francia è zona rossa. Obbligo di tampone per chi viene in Italia

Loading...

Sei settimane di coprifuoco

Oltre a Parigi e all’intera regione dell’Ile-de-France, saranno interessate dal coprifuoco le metropoli di Grenoble, Lille, Lione, Marsiglia, Aix-en-Provence, Rouen Saint Etienne, Montpellier e Tolosa. Emmanuel Macron ha reso noto che avrà una durata di almeno quattro settimane e che verrà poi chiesto al Parlamento di prolungarlo fino al primo di dicembre. “Sei settimane è il tempo che ci sembra sensato”, ha detto. Per il momento un lockdown totale sembra scongiurato, e anzi, appare sproporzionato. Meglio quindi tentare con un coprifuoco che sembra più pertinente alla situazione che sta vivendo attualmente la Francia. Secondo le stime, il coprifuoco, che comprende la chiusura di tutti i cinema, i teatri, i ristoranti, i bar, interesserà circa 20 milioni di persone che resteranno nelle loro abitazioni. Macron spera in questo modo che gli attuali 20mila casi diminuiscano, così come i 200 ingressi in rianimazione. “Confinare di nuovo il Paese sarebbe sproporzionato, il coprifuoco è una misura coerente” ha tenuto a precisare il Capo dell’Eliseo.

Per chi violerà il coprifuoco è prevista una multa di 135 euro. Non vi saranno restrizioni nei trasporti e le persone potranno partire nella festività di Ognissanti. Gli spostamenti tra le regioni non verranno infatti ridotti e i trasporti pubblici continueranno a funzionare anche durante il coprifuoco. “Quando si invitano degli amici, bisogna cercare di non essere più di sei a tavola, di non riunirsi in più di sei”. Poi, parlando dei giovani, ha riconosciuto che “stanno vivendo un sacrificio terribile: mi rendo conto, è difficile avere 20 anni nel 2020”.

il giornale.it

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.