Zingaretti ora si atteggia a premier: “Non escludo un nuovo lockdown”

Loading...

 Dopo il governatore della Campania (e sempre uomo Pd) Vincenzo De Luca, che non più tardi di ieri ha minacciato chiusure generalizzate qualora i contagi non dovessero scendere, oggi è la volta di Nicola Zingaretti. Ringalluzzitto dalla non sconfitta alle regionali, anche il segretario del partito ha ventilato l’ipotesi di un nuovo lockdown.

Loading...

“Senza rispetto regole nuovo lockdown”

L’occasione è l’evento “Insieme per ricostruire – Proposte oltre l’emergenza” organizzato nella giornata di oggi a Bologna dall’Osservatore economico e sociale Riparte l’Italia. E’ qui che il numero uno dem e governatore del Lazio, pur dicendosi fiducioso sulla gestione dell’attuale rimbalzo nell’aumento del numero di contagiati (moltissimi dei quali asintomatici) – pur per il momento comunque non ascrivibile ad una qualche “seconda ondata” della pandemia, considerando che siamo ben lontani dai picchi di morti e ricoverati in terapia intensiva che si registravano in primavera  – ha spiegato: “Non dobbiamo fare l’errore di pensare che abbassando la guardia acceleriamo il processo di uscita. È vero assolutamente il contrario. Riprendere a vivere non significa eliminare le precauzioni necessarie, come indossare le mascherine, evitare gli assembramenti, mantenere le distanze e igienizzarsi le mani. È vero esattamente l’opposto”. Disse colui che, per la cronaca, non più tardi dello scorso 3 febbraio letteralmente se la rideva di fronte ai primi casi di contagio.

Sull’eventualità di un secondo lockdown, uno Zingaretti che, tra richieste di far domanda per attingere al Mes e volontà di dettare un’agenda anti-sovranista all’esecutivo giallofucsia, di cui si sente ormai azionista di maggioranza, ha così risposto: “Non escludo nulla, se non rispettiamo le regole finiamo lì. Fino a quando non ci sarà il vaccino, tornare a vivere vuol dire mantenere le regole. I numeri di questi giorni confermano che il virus esiste e che se non vogliamo tornare al lockdown dobbiamo vivere rispettando le regole”.

Nicola Mattei

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.