Immigrazione, la Sicilia strappa col governo. Ordinanza Musumeci: “Basta sbarchi e ong, sgombero di hotspot e centri di accoglienza”

Via dalla Sicilia tutti i migranti presenti negli hotspot e nei centri di accoglienza. Il governatore Nello Musumeci, di centrodestra, ha firmato un’ordinanza che prevede lo sgombero entro le 24 di domani, lunedì 24 agosto, e il trasferimento improrogabile in strutture fuori dall’isola degli ospiti. Uno strappo istituzionale clamoroso con il Viminale e Palazzo Chigi, già in difficoltà non solo nel ricollocamento dei clandestini sbarcati a Lampedusa (dove l’hotspot sta letteralmente scoppiando), ma pure nel trovare porti disponibili ad accogliere le navi-quarantena che ospitano i migranti positivi al coronavirus.

“L’ordinanza è stata pubblicata questa notte. – scrive lo stesso Musumeci – Oggi verrà notificata a tutte le prefetture dell’Isola e al governo nazionale. La Sicilia non può essere invasa, mentre l’Europa si gira dall’altro lato e il governo non attiva alcun respingimento. Vi terrò aggiornati più tardi”. L’ordinanza ha validità fino al 10 settembre e impone anche il “divieto di ingresso, transito e sosta” nella regione per “ogni migrante che raggiunga le coste siciliane con imbarcazioni di grandi e piccole dimensioni, comprese quelle delle ong“.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.