Milano, aggressione choc: nigeriano massacra di botte avvocato “antirazzista”

Loading...

Roma, 5 lug – Schiaffi, calci alle gambe e pugni in faccia. A Rimini, in uno studio legale a due passi da piazza San Babila, un 27enne nigeriano senza fissa dimora ha massacrato di botte una donna, avvocato di 35 anni che fa parte dell’Asgi, un gruppo di legali specializzato in studi giuridici su “la ricerca e la formazione sul diritto dell’immigrazione, l’asilo, la discriminazione e la cittadinanza”. Il legale, massacrato di botte dall’africano, sarebbe membro anche di un’associazione che promuove “l’interculturalità e l’antirazzismo”. La scioccante aggressione è avvenuta lo scorso mercoledì mattina e la vittima è stata portata in codice verde al pronto soccorso del Fatebenefratelli, dove è stata medicata e tenuta in osservazione qualche ora per i diversi colpi subiti alla testa.

Loading...

Ex cliente della donna

Come riportato da Il Giornol’aggressore nigeriano in passato era un ex cliente dell’avvocatoera stato assistito dalla donna per le pratiche relative al permesso di soggiorno. Fermato dai carabinieri, aveva con sé un grosso coltello da cucina, con una lama di 11 centimetri, che fortunatamente non ha usato contro il legale. Stando a quanto ricostruito dai militari del Nucleo Radiomobile intervenuti, l’africano pretendeva che l’avvocato gli consegnasse le fotocopie dei documenti per la regolarizzazione in Italia. Ma parlava in inglese e la donna a stento sarebbe riuscita a comprendere le richieste.

Aggrediti anche i carabinieri

Il legale a quel punto avrebbe cercato di tranquillizzare l’ex cliente nigeriano, ma quest’ultimo a un tratto si è scagliato contro di lei prendendola a botte. “Se non la smetti ti uccido”, ha urlato il 27enne straniero. I carabinieri sono giunti poi sul posto e l’immigrato ha aggredito anche loro: un militare ha riportato graffi alla mano sinistra, un altro escoriazioni all’avambraccio destro. Una volta riusciti a bloccare l’aggressore, i carabinieri l’hanno portato in caserma e denunciato a piede libero.

Alessandro Della Guglia

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.