Le Ong ci accollano altri 211 migranti, Malta e Tunisi sghignazzano. Lega: la magistratura indaghi

Loading...

Porti aperti e governo a braghe calate. Dopo il lockdown, riprendono le scorribande delle imbarcazioni delle Ong, pronte a scorrazzare in lungo e in largo per il Mediterraneo, e a spadroneggiare nei nostri porti. Ieri, in un approdo siciliano, ha attraccato la nave Mare Jonio, della Ong italiana Mediterranea Saving Humans. L’imbarcazione è arrivata a Pozzallo con 67 persone soccorse il giorno prima a largo di Lampedusa. Oggi è stata la volta dei 211 migranti della See Watch, recuperati dall’Ong tedesca vicino le coste della Libia in tre diverse operazioni. Quindi approdati sulle coste italiane (per la precisione, in provincia di Agrigento). E poi trasferiti direttamente sulla nave Moby Zazà ormeggiata al porto di Porto Empedocle. Lì trascorreranno la quarantena in attesa di una prossima destinazione.

Porto Empedocle, le Ong ci accollano altri 211 migranti

Dunque, ancora una volta, la nave tedesca tornata a salpare il 17 giugno, finisce la sua peregrinazione in mare sulle coste siciliane. Non prima di aver soccorso o 100 migranti a 29 miglia dalle coste libiche e, in due successivi interventi, altri 65 extracomunitari, prima di recuperarne in mare altri 46. E come scrive il sito de Il Giornale in queste ore, «tre operazioni nel giro di 48 ore per un totale di 211 migranti a bordo». 211 persone immediatamente trasferite sulla Moby Zazà per la quarantena, un trasbordo che non è neppure piaciuto alla nave tedesca che ha traghettato i 211 migranti fino nell’Agrigentino. Tanto che, dopo aver diramato l’annuncio dell’arrivo nell’approdo di Porte Empedocle, la nave tedesca ha subito chiarito cosa si aspetta da noi: «Chiediamo che al termine della quarantena – apprendiamo da Twitter – nel rispetto dei loro diritti e dignità, possano finalmente raggiungere un porto sicuro».

Loading...

Le reazioni indignate di Meloni e Salvini

Immediate le reazioni di Giorgia Meloni e di Matteo Salvini. La prima, su Twitter, sottolinea come «finita l’emergenza Covid, le Ong immigrazioniste tornano a trasportare immigrati illegali in Italia. Gli scafisti ringraziano». Ma, aggiunge e conclude la presidente di Fratelli d’Italia, «Fdi ribadisce: blocco navale, smantellamento navi che trasportano nuovi schiavi e rimpatrio irregolari. Fermiamo il business». Salvini, invece, affida indignazione e amarezza a post su Facebook in cui denuncia: «Mentre imprese e famiglie italiane stanno ancora aspettando risposte su cassa integrazione e scadenze delle tasse da pagare, ecco i primi grandi “successi” del governo… Scafisti e trafficanti di esseri umani ringraziano»…

La Lega: la magistratura indaghi, è un dovere

A loro si aggiunge anche Paolo Grimoldi, deputato della Lega, componente della Commissione Esteri della Camera e presidente della delegazione italiana all’Osce. Il quale dichiara: «La magistratura, in questo caso una delle Procure siciliane competenti territorialmente, apra un fascicolo d’inchiesta per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina a carico del capitano della nave, prima olandese ora diventata tedesca, Sea Watch 3 e della Ong tedesca che l’ha messa in mare, per aver sbarcato a Porto Empedocle 211 clandestini prelevati in acque territoriali libiche. Persone che avrebbero potuto essere trasbordate a Malta o in Tunisia». Quindi conclude: «Perché navi straniere entrano nei nostri porti per scaricare clandestini? Abbiamo leggi – conclude Grimoldi – che disciplinano l’immigrazione e sono state infrante: indagare è un dovere. E altrettanto doveroso è indagare sui ministri competenti che non stanno facendo nulla per far rispettare le nostre leggi».

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.