RdC, Bellanova: «Chi lo prende dia una mano». Calderoli: «È la prova che non serve a niente»

Loading...


La sinistra perde il pelo ma non il vizio. Anche quando si tratta di quella “nuova“, griffata Matteo Renzi. Antica o moderna, l’obiettivo è sempre il solito: regolarizzare gli irregolari, cioè i clandestini. Cioè quelli entrati in Italia abusivamente o, se si preferisce, in barba alla legge. A chiederlo, anzi ad annunciarlo, visto che si tratta di un ministro, è Teresa Bellanova, la titolare del dicastero dell’Agricoltura. «Le baracche-ghetto dei braccianti vanno sanate e i lavoratori immigrati regolarizzati», dice con tono perentorio in un’intervista a Repubblica sugli effetti per il settore a causa dell’emergenza del  Covid-19.

Loading...

La ministra Bellanova vuole anche la sanatoria per i migranti irregolari

E ancora: «Ci vuole un provvedimento urgente, oltretutto con la mancanza di stagionali stranieri rischiano i raccolti». La crisi, auspica, «è l’occasione per comprendere che gli approcci ideologici contro i migranti non significano nulla». Le difficoltà del comparto finiscono per spingere la Bellanova a girare lo sguardo anche verso chi prende il reddito di cittadinanza. «Chiederei loro di fare qualche ora di servizio civile, ad esempio nella filiera della distribuzione». Sembra una frase dettata dal buon senso.

«Chi prende il Reddito lavori nella filiera agricola»

Invece è l’ammissione da parte di un ministro della Repubblica che la stragrande maggioranza dei percettori di reddito di cittadinanza non fa nulla per guadagnarselo. È la prova che Di Maio e i grillini ci hanno detto un mare di balle raccontando di navigator che li avrebbero orientati, di supervisori che li avrebbero controllati e di sindaci che li avrebbero utilizzati. Grazie alla renziana Bellanova ora sappiamo che non era vero niente e che l’unica occupazione riscontrabile è quella del divano di casa. È quel che rimarca il leghista Roberto Calderoli rivolgendosi a Conte: Il governo – chiede – intende mantenere una misura che a detta di un suo autorevole ministro serve solo a regalare soldi a chi non fa niente?». la risposta del premier, ovviamente, non arriverà mai.

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.