Ravenna, anziana pestata e rapinata in casa da banda di malviventi

Loading...

È stata aggredita con violenza e derubata da una banda di malviventi riusciti ad introdursi all’interno della sua casa di Piangipane (frazione del comune di Ravenna).

A causa delle botte ricevute la vittima, una donna di 85 anni, è finita in ospedale per un sospetto trauma cranico, rimanendo tuttavia ricoverata solo fino al giorno successivo quando i medici hanno ritenuto opportuno rimandarla a casa e monitorare la situazione da lontano così da poter scongiurare ogni rischio di contagio vista l’emergenza Coronavirus in atto.

L’increscioso episodio, stando a quanto riferito dalla stampa locale e confermato anche dal figlio della donna sulla pagina Facebook del gruppo “Sei di Ravenna se…”, si è verificato durante la serata dello scorso lunedì 23 marzo. Sono all’incirca le ore 20:30, quando all’interno della casa della vittima, un’abitazione isolata rispetto al centro abitato della località di Piangipane, hanno fatto irruzione dei malviventi con il volto coperto da un passamontagna. Il gruppo, composto di almeno cinque o sei individui, ha subito preso di mira l’anziana, puntandole addosso la lama di un lungo coltello da cucina per intimorirla ancora di più. Pestata da banditi nella propria casa: 85enne finisce in ospedale con emorragia cerebralePubblica sul tuo sito

Loading...

L’85enne purtroppo si trovava in quel momento da sola al pianterreno della propria abitazione, dato che il marito si era già addormentato nella camera da letto al primo piano. Subito i rapinatori hanno iniziato a intimarle di consegnare loro tutto il denaro e gli oggetti di valore di cui era in possesso, ma la donna ha replicato di non avere quanto richiesto in casa ed è per questo motivo stata aggredita con brutale violenza. Per costringerla a rivelare dove cercare in casa, i rapinatori l’hanno pestata, afferrandola con forza e facendo ripetutamente sbattere la sua testa sul duro pavimento del soggiorno. Poi arriva la minaccia: “Se non ci dai l’anello ti tagliamo il dito”, ha intimato alla vittima uno degli aggressori, come riportato da “Ravenna e dintorni”. Terrorizzata, quest’ultima si è subito sfilata il monile e lo ha consegnato al malvivente.

Ridestato dai rumori provenienti dal piano di sotto, il marito della vittima è corso in aiuto della donna, anticipando così la fuga dei malviventi dall’abitazione. Per loro un bottino composto dall’anello rubato all’85enne ed un orologio placcato in oro. Completamente sotto choc e dolorante, la donna ha contattato il figlio ed i carabinieri per raccontare l’accaduto. Ancora al vaglio la precisa dinamica della vicenda, anche per comprendere come i rapinatori possano esser riusciti ad entrare in casa.

Nel frattempo l’85enne è stata trasportata in ospedale per essere sottoposta a specifici esami radiodiagnostici in grado di valutare i danni riportati dopo le botte ricevute in testa. Dimessa la mattina successiva, la donna è stata rimandata a casa per scongiurare un eventuale contagio in questo terribile periodo e dovrà tornare per un controllo tra qualche giorno.”Vi invito a segnalare se vedete gruppi di persone a Piangipane girare e di stare molto attenti a chi aprite. Come in tutte le guerre gli sciacalli sono pronti ad agire sempre sui più deboli”, racconta con amarezza il figlio della vittima.

il giornale.it

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.