Angelo Borrelli travolto dalle critiche? L’ipotesi dimissioni, solo dopo il termine dell’emergenza

Angelo Borrelli, capo della Protezione civile, dopo la nomina di Domenico Arcuri a commissario, ha anche pensato di rassegnare le dimissioni. Lo scrive il Messaggero oggi in edicola. Da settimane il lavoro è senza tregua, 24 ore su 24. Così, durante l’ultima riunione che si è svolta con lo stesso Arcuri e con il ministro Boccia, avrebbe detto che se il decreto non veniva rimodulato avrebbe lasciato. E che comunque, per evitare di farlo in un momento cosí difficile per il paese, avrebbe eventualmente rinviato la decisione alla fine dell’emergenza. Insomma, l’ipotesi è sul piatto: Borrelli, a partire dai governatori del Nord, è stato infatti aspramente criticato per la gestione dell’emergenza-coronavirus.

Ma ufficialmente non c’è stata nessuna tensione e nessuna minaccia di addio. “La decisione di nominare un’altra persona – viene spiegato dall’entourage di Borrelli – è stata presa unicamente perché Borrelli da solo non poteva farcela. Si era già deciso di portare la centrale degli acquisti, attraverso la Consip, a Palazzo Chigi. Il capo della Protezione civile non ha mai parlato di dimissioni. Anche perché più si è, meglio è”. Ma uno dei ministri che ha partecipato alla stesura del decreto, conferma che Borrelli “non sia rimasto contento per la nuova nomima”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.