Chef Rubio contro manifestanti in Piazza S. Giovanni: “Poi andate con le nigeriane”

Loading...

Chef Rubio non poteva certo esimersi dall’esprimere la propria opinione in merito alla grande manifestazione tenutasi ieri in piazza San Giovanni a Roma.

Sono state ben 200mila persone a rispondere all’appello di Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia. Una marea umana che è scesa in piazza per manifestare pacificamente contro un governo in cui non si riconosce, spinta da un ritrovato e rinnovato orgoglio italiano. Ma chef Rubio ha commentato tutto questo con poche parole, sprezzanti e polemiche come da copione. “Perché la fauna di #orgoglioitaGliano però scopa con le nigeriane, tradisce coi cubani, fa accompagnare i figli dalle filippine e i cani dai peruviani, capelli e unghie dalle cinesi, ha il muratore rumeno, l’idraulico albanese e portinaio indiano? Tra l’altro tutto a nero? Why?”, si legge nel suo tweet. Rubio attacca la manifestazione della LegaPubblica sul tuo sito

Loading...

Una folla di manifestanti definita come “fauna” da un Rubini che, evidentemente, si ritiene un fine conoscitore di ciascuno dei partecipanti alla celebrazione. Il suo post, ovviamente, ha diviso gli utenti di Twitter. Se da una parte in molti hanno dato ragione a Rubio, parlando di”schifo sovranista” e di”ipocrisia”, tanti si sono scagliati contro lo chef. “Caro il mio chef, lei pensa che ci fossero solo dei benestanti, ma lo sa quanta gente che ha perso il lavoro c’era alla manifestazione di ieri? Magari grazie ai suoi sindacalisti di sinistra… Lei parla e non conosce la situazione”, ha commentato un utente.”Lei in poche parole riesce a costruire la cattedrale delle nefandezze più obbrobriose che ci obbligano a prendere continuamente il Plasil per non vomitare. La sua mente distorta è composta solo di spazzatura e malefica”, fa eco un altro tweet. “La colf a nero si può… firmato Roberto Fico“, ha ricordato provocatoriamente un utente.

il giornale.it

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.