Nessuno è riuscita a fermarla. La Ong italiana si piazza di fronte a Lampedusa con migranti a bordo.

E’ guerra aperta tra Viminale e Ong. Ora gli ordini sono solo barzellette e il mare diventa terra di nessuno.

Da questa mattina la Ong Italiana nota col nome di Mara Jonio senza fregarsene degli ordini disposti dalla Guardia di Finanza.

Leggiamo le novità su Il Giornale:

La Guardia di Finanza però avrebbe negato al natante l’ingresso nelle acque territoriali. La nave avrebbe violato le regole e l’ordine della Gdf. E così adesso la nave scortata da due unità militari si trova a circa 10 miglia nautiche da Lampedusa.

A quanto pare il comandante avrebbe ignorato tutte le indicazioni delle fiamme gialle: “Abbiamo fatto presente che siamo in una situazione di emergenza con onde alte tre metri, 50 naufraghi a bordo oltre l’equipaggio. Dobbiamo mettere in sicurezza la vita delle persone per questo stiamo andando a ridossare verso l’isola di Lampedusa”.

Dopo aver messo l’ancora di fronte l’isolda di Lampedusa a bordo di Mediterranea è scattata l’ispezione della Guardia di Finanza.

Nonostante la richiesta del capitano a bordo della nave e la presenza di migranti, il Viminale non cambia la sua linea: I porti resteranno Chiusi.”

Fonte: ilgiornale

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.