Ecco come ora Salvini fa cagar* sotto la Unione Europea!

Loading...

Ecco che arriva la marcia indietro degli euroburocrati
L’UE adesso teme Salvini.
Da non pensare cosa accade.

Su il Populista leggiamo che:

Dopo lo stop di Salvini l’Ue si caga sotto. Mogherini: “Il Global compact non è vincolante”
“Non è un quadro giuridicamente vincolante e non creerà nessun obbligo giuridico per gli Stati”. E allora perché vogliono imporcelo?

Loading...

Ma guarda, dai palazzi di marmo di Bruxelles fanno marcia indietro sul diktat del Global compact, dopo che Salvini ha pestato i pugni. “Ci sono falsi miti da sfatare sul global compact: non è un quadro giuridicamente vincolante e non creerà nessun obbligo giuridico per gli Stati, è una delle tante azioni di politica, è un quadro da cui gli Stati possono trarre spunto per attuare le loro politiche nazionali”. Così l’Alto rappresentante Ue Federica Mogherini al dibattito alla miniplenaria del Parlamento europeo oggi a Bruxelles. “Non giuridicamente vincolante”, eh?

E questa è la dimostrazione che con la Ue era necessario avere le palle d’acciaio, come le ha Salvini e come non le avevano i vari Renzi, Gentiloni e compagnia cantante, sempre pronti a calarsi le braghe, per costringere Bruxelles a non comandare a casa nostra.

“Noi dobbiamo evitare due errori sul global compact: far finta che ci sia uno scontro fra gli interessi nazionali ed il global compact, anzi è il contrario, se vogliamo governare e disciplinare la migrazione e renderla ordinata umana e sostenibile allora il global compact è lo strumento più forte per difendere i nostri interessi nazionali”, ha girato la frittata Mogherini. “Un altro errore sarebbe quello di concepire le migrazioni come una lotta fra nord e sud del mondo”. Ma davvero?

Che cosa ne pensate?
Diteci la vostra!
Grazie.

 

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.