Ecco come 1 Pensionato su 3 ha diritto a questi Aumenti della Pensione. Come richiederli.

Un po’ di tempo fa lanciammo una notizia che fece molto clamore, poiché nessuno ne era a conoscenza.

Ecco uno stralcio dell’articolo:

1 pensione su 3 andrebbe alzata, solo che nessuno lo sa.
Per i pensionati che ricevono sotto i 750 euro mensili, ci sono i cosiddetti “diritti inespressi”: agevolazioni finanziare che per essere ricevute devono essere richieste esplicitamente dai pensionati.

Il problema come dicevamo è i pensionati nemmeno lo sanno! Perché l’INPS e il Governo tengono ben nascosta la cosa.
Anche perché alcuni potrebbero ricevere fino a 300€ di bonus!

Giustamente siete stati in tanti a chiederci maggiori info, la nostra redazione è stata subissata dalle richieste dei nostri lettori. E per questo abbiamo deciso di darvi maggiori info.

Innanzitutto ci teniamo a precisare che la notizia è VERA, assolutamente VERA, non si tratta di una Bufala.
I potenziali beneficiari dei “diritti inespressi” sono coloro che recepiscono una pensione inferiore ai 750 euro lordi.

Ma cosa sono questi “diritti inespressi”?

Sono tutti quelle cose che vi spettano di diritto e che maturano nel tempo dopo la liquidazione della pensione. Ci sono benefici economici che non vengono dati automaticamente, ma che ogni singolo pensionato deve richiedere.

Come potete informarvi e richiedere questi diritti inespressi? Che ricordiamo, spesso, portano addirittura ad un aumento di 300€ al mese!

Il nostro consiglio è di rivolgervi ad esperti operatori: commercialisti, CAF, consulenti o sindacati dei pensionati. Tutte figure, possibilmente, serie ed esperte.

La strada inizialmente potrebbe sembrare impervia, ma non scoraggiatevi, fatevi aiutare, perché l’INPS di certo non darà questi soldi di sua spontanea volontà ai pensionati.

Come abbiamo già fatto, vi chiediamo di AIUTARCI A DIFFONDERE questo ARTICOLO, affinché tutti i pensionati vengano a conoscenza di questi loro diritti.

Foto Credit: Qui
Fonte: edizione del 18-03-2017 de “La Verità”

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.