Toghe rosse scatenate: avviso di garanzia a Salvini per sequestro di persona aggravato. Rischia 15 anni

Diciotti, magistratura eversiva di estrema sinistra scatenata. Avviso di garanzia inviato dal tribunale di Palermo al ministro Matteo Salvini, l’accusa è ridicola: sequestro di persona aggravato, rischia 15 anni di carcere. Passano gli anni ma non il copione, i giudici che in Italia beneficiano di troppa libertà, utilizzano il potere giudiziario per rovesciare i governi democraticamente eletti.

Indagato per sequestro di persona aggravato. Matteo Salvini legge in diretta su Facebook la lettera consegnatagli al Viminale dai carabinieri: contiene l’avviso di garanzia inviato dal Tribunale di Palermo che sta indagando sul caso dei migranti trattenuti sulla Diciotti. “A memoria, rischio 15 anni più le aggravanti”, ha spiegato il ministro degli Interni specificando che queste ultime si riferiscono al suo ruolo di pubblico ufficiale, alla presenza di minori e alla continuazione del reato fino al 25 agosto. Salvini si dice tranquillo e “disposto ad andare a Palermo a parlare coi magistrati domani, anche a piedi”. Ironia contro i “sinistri” in agguato: “Oggi festeggeranno Laura Boldrini, Roberto Saviano, Chef Rubio, Fiorella Mannoia e tutti gli altri”. Nessuna paura, nessun passo indietro: “Voi italiani mi avete messo qui per chiudere i porti e controllare i confini, voi siete miei amici e miei complici. Sono pronto a rifare tutto quello che ho fatto sulla Diciotti”.

Con fonte Libero Quotidiano

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.