La vittoria di Salvini? Tutto nero su bianco. La “cura” funziona. Qui non passa più nessuno.

Loading...

Sbarchi quasi azzerati. Qui non passa più nessuno. E’ lo stesso Sebastiano Rossitto, il comandante della fregata Virginio Fasan, l’ammiraglia della missione che opera di fronte alla Libia da metà 2015, che dice al Corriere della Sera che da “cinque o sei mesi la situazione è completamente cambiata” e che “per ora l’emergenza pare terminata”.

Ed aggiunge: “Nel nostro ultimo mese di pattugliamenti ininterrotti dal Canale di Sicilia, le coste della Tripolitania, al largo del Golfo della Sirte e sino alle zone a nord delle acque territoriali della Cirenaica, non abbiamo mai incontrato alcun naviglio di migranti e neppure i battelli delle organizzazioni non governative internazionali. Una situazione che ha caratterizzato le attività delle navi militari di Mare Sicuro anche nel periodo precedente il nostro turno”.

Sono 18.314 i migranti sbarcati sulle coste italiane dal 1° gennaio al 28 luglio del 2018. Negli stessi mesi dell’anno precedente, il 2017, ne erano arrivati circa 95mila, mentre nel 2016 gli arrivi erano stati poco meno.

Loading...

Ma è il dato di luglio a far ben sperare il governo giallo-verde: se nello stesso mese dello scorso anno in Italia sbarcarono oltre undicimila migranti, e l’anno prima addirittura 23.552, nel 2018 il numero è sceso a 1737 richiedenti asilo. A maggio e giugno si era attestato rispettivamente a 3936 e 3124 migranti.

Questo dimostra quanto Salvini abbia ragione e quanto la sua politica dura funzioni. Il Ministro è il primo ad essere soddisfatto del buon lavoro.

Dalla sua pagina Facebook dice: “Rimediare ad anni di DISASTRI del Pd non è facile, ma sono contento del fatto che dopo appena tre mesi al governo si vedano già risultati.

Avevo promesso di difendere i confini, lo sto facendo con tutte le energie e i mezzi che mi sono possibili”. Ottimo lavoro!

Fonte: Today

 

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.