Hans Werner Sinn: “Paolo Savona ha ragione, non è da escludere l’Italexit”

L’incubo “cigno nero” prospettato da Paolo Savona – ovvero una eventuale uscita dell’euro dell’Italia – non è da escludere. Per la Germania anzi è praticamente un destino inevitabile. Dopo l’allarme del nostro ministro per le Politiche europee che aveva sottolineato che “dobbiamo essere pronti a ogni evenienza”, Hans Werner Sinn, consigliere di Angela Merkel, in una recente intervista in tv, riporta il Giornale, tracciato i possibili scenari sulla crisi economica italiana. Sono quattro. E non lasciano speranza.

Le 4 possibilità – Il primo è una manovra di rigore da realizzare attraverso “unapolitica di risparmi” che affosserebbe l’economia. Ma l’Italia non la accetterebbe. Il secondo è che i Paesi del Nord Europa “diventino più cari. È la politica della Bce di dare gas per fare aumentare l’inflazione verso il 2% nella speranza che nei paesi del Nord sia ancora più alta, lasciando indietro i paesi del Sud. Potrebbe funzionare, ma i tedeschi sono pronti ad accettare questa inflazione intorno al 4% con gli italiani a zero?”. No. Quindi, il terzo scenario: una condivisione europea dei rischi (vedi i salvataggi delle banche). Di questa opzione fa parte anche l’ipotesi minima, una delle richieste dell’Italia: la garanzia europea sui depositi bancari. Il quarto è la “svalutazione” sulla quale Sinn sorvola. Ma è l’Italexit, ha commentato l’ economista esperto di Germania, Vladimiro Giacchè.

Italexit – La soluzione ideale “non c’è”, conclude Sinn. Tutti gli scenari hanno pessimi effetti collaterali. Ergo, sarebbe meglio che l’Italia uscisse dall’Euro. Anche perché il progetto Merkel-Macron è penalizzante per il nostro Paese sia sul fronte dei conti pubblici sia sul fronte dell’unione bancaria. Paolo Savona ha provato a correggere il tiro: “Nessuna intenzione di lasciare la moneta unica”. Il “cigno nero” è un evento inaspettato, “può nascondersi anche dietro una fake news”.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.