Nuovo attacco. Maryland vive l’orrore di un attentato in redazione.

Loading...

Paura e morte nella redazione del giornale locare di Maryland. Tutto documentato da un giornalista rimasto in vita.

Una giornata come tante trasformata in pochi secondi nella scena di un film dell’orrore. Così racconta il giornalista che si è riparato sotto a un tavolo della redazione per sfuggire alla morte.

Leggiamo i dettagli su Il Giornale:

Il reporter del Capital Gazette, il quotidiano di Annapolis (Maryland) che sotto il controllo del Baltimore Sun ha una tiratura giornaliera di circa 30mila copie al giorno, ha raccontato i colpi dell’orrore che hanno raggiunto diverse persone in redazione. A esploderli è stato un attentatore che, dopo un primo tentativo di fuga, è stato preso in custodia dello sceriffo della contea, Ron Bateman (guarda il video).

Loading...

“Una persona armata ha aperto il fuoco colpendo diverse persone, alcune sono morte”. Phil Davis racconta l’orrore con una serie di tweet che ricostruiscono la sparatoria nella redazione del giornale“L’uomo armato ha sparato attraverso la porta a vetri e ha aperto il fuoco su numerose persone – si legge sul profilo del reporter – non posso dire dire molto altro, non voglio fare riferimento esplicito a nessun morto ma è una situazione terribile”.

Al termine della folle sparatoria restano a terra senza più vita almeno cinque persone. “Non c’è niente di più spaventoso che ascoltare quando diverse persone vengono colpite – scrive, sempre su Twitter, Phil Davis – mentre tu ti trovi sotto a un tavolo e senti che l’arma viene ricaricata”.

Le forze dell’ordine sono intervenute immediatamente portando in salvo i sopravvissuti e fermando il presunto attentatore.

Non sono ancora noti i dettagli di tale gesto. Anche il Presidente Trump ha fatto le condoglianze alle famiglie dei 5 morti e non lascerà la cosa impunita.

 

 

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.