Massimo Cacciari a valanga, bastonate su Matteo Renzi: “A calci in c***, fanno le comiche”. Pd, finirà in disgrazia

Loading...

“Questi fanno le comiche, sono da prendere a sculacciate, anzi a calci in culovisto che non sono più bambini”. A parlare è Massimo Cacciari, intervistato dal Fatto quotidiano, e “questi” sono ovviamente i leader del PdMatteo Renzi in testa. “Fino all’altro giorno ha commesso errori su errori. I suoi cinque anni sono stati un disastro, nessuna revisione culturale, nessuna autocritica”, spiega un professore particolarmente su di giri dopo l’epocale disastro elettorale del centrosinistra in Toscana. “Il Pd non è stato in grado neanche di intervenire e sottrarre il M5s alla Lega. Non c’è nulla da fare, quando ci sono i momenti drammatici loro continuano a non vedere il pericolo”.

Loading...

Sotto accusa non c’è solo Renzi, peraltro ex segretario, ma tutto “un gruppo dirigente di mezze tacche, senza alcun rapporto con la società vera. Sono stati capaci di distruggere anche il radicamento del partito alle Amministrative”. Nell’immediato, secondo l’ex sindaco di Venezia dovranno trovare un nuovo gruppo dirigente “innocente rispetto al passato. Basta con il renzismo e con ciò che l’ha prodotto, da D’Alema a Bersani“. Nomi? “Penso a Cuperlo, a Zingaretti, no Zingaretti no, non si capisce quello che vuole. BarcaBoeri, la Reichlin, lo stesso Calenda. Ci vogliono idee e interpreti nuovi, il Pd deve cercare di recuperare quei ceti dipendenti che hanno scelto i grillini”. Non c’è molto spazio però per l’ottimismo, “quando in giro per le televisioni sento ancora i Rosato, gli Orfini, i Romano che fanno le veline del renzismo?”. L’ultima speranza è che “il M5s sia il futuro della sinistra”. Una disgrazia, insomma.

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.