M5S: ‘Percepire una pensione da 20.000 euro, se non hai versato i contributi, non è un diritto acquisito, è un privilegio rubato’

Loading...

Percepire una pensione da 20.000 euro, se non hai versato i contributi, non è un diritto acquisito, è un privilegio rubato”.

Lo scrive il M5S in un post pubblicato sul Blog delle Stelle in cui si legge: “È incredibile. Non si capisce davvero per quale motivo Pd e Forza Italia continuino a difendere a spada tratta i pensionati d’oro (chissà che ne pensano i loro elettori).”

“Questa litania dei ‘diritti acquisiti’ ha davvero stufato,” aggiungono i pentastellati

“In un Paese dove governa il MoVimento 5 Stelle – prosegue il post – i privilegi rubati non possono più esistere”.

“Oggi ci sono deputati e senatori delle opposizioni che, pur di difendere i privilegiati, dicono che recupereremo solo 100 milioni tagliando le pensioni d’oro. Noi sappiamo che sono mooooolti di più,” continuano i 5Stelle, che lanciano la sfida: “Facciamo una scommessa”.

Loading...

“Se recuperiamo più di 100 milioni da questa operazione di equità sociale – scrivono – allora i parlamentari che si ostinano a difendere le pensioni d’oro si dimezzano lo stipendio da parlamentare e rinunciano alla pensione da privilegiati che avranno al termine del loro mandato”.

“Si attende risposta,” concludono.

Intanto Luigi Di Maio ha affermato che quest’estate i pensionati d’oro non faranno le vacanze da “nababbi”: “Vogliamo finalmente abolire le pensioni d’oro che per legge avranno un tetto di 4.000 / 5.000 euro per tutti quelli che non hanno versato una quota di contributi che dia diritto a un importo così alto,” ha scritto il leader del M5S su Facebook.

E ha assicurato: “Cambiano le cose in meglio anche per chi prende la pensione minima, perché grazie al miliardo che risparmieremo potremo aumentare le pensioni minime”.

“Quest’estate non ci sono i mondiali, ma presto avremo qualcosa da festeggiare: la fine delle pensioni d’oro e l’inizio di un’Italia più giusta,” ha concluso il vicepremier.

 

 

 

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.