Non si fa così

Loading...

Oggi ho letto con stupore e, molto più, con amarezza l’articolo de Il Fatto Quotidiano a firma di Lillo e Pacelli.

Io ritengo che una persona sia un bene inestimabile. Il diritto all’onorabilità è un diritto inalienabile e non disponibile per qualsiasi persona.

Riscontro che per Il Fatto non è così.

Il Fatto ritiene che il diritto di cronaca sia superiore anche al bene della persona.

Si badi bene, in questo caso è di tutta evidenza che non è in ballo la possibilità di raccontare ai propri lettori come stanno le cose.

Si tratta di evitare che il dare ‘una notizia non notizia’ rechi un danno difficilmente riparabile riportando informazioni che potrebbero indurre chi le legge a mettere in dubbio la buona fama della persona oggetto delle stesse, con il peccato originale di mancanza di trasparenza sulla fonte, perché se fosse rivelata, coloro i quali hanno scritto l’articolo si dovrebbero occupare di una vera e propria ‘notitia criminis ‘ riguardante, in tal caso, direttamente la loro stessa fonte.

Loading...

Nulla di illecito, tutto perfettamente legale, ma, a mio parere, non tutto ciò che ha queste caratteristiche è anche perfettamente giusto dal punto di vista etico, dal punto di vista dei principi morali a salvaguardia della buona fama di una persona.

Ovviamente anche da questo punto di vista, bisogna tener conto di un altro limite: se si trattasse di una persona indagata, prevale il servizio di cronaca ed è persino doveroso dare la notizia, sempre che nel darla ci sia senso della misura, per via del fatto che le indagini sono ancora in corso, e non è buona cosa prefigurarne e precorrerne l’esito.

Secondo me Il Fatto non ha bisogno di queste cose per differenziarsi rispetto ai concorrenti e per crescere.

Il suo prestigio e la sua credibilità non crescono con queste cose.

Anzi dal mio piccolo punto di vista, ai miei occhi, la mia stima nei confronti de Il Fatto oggi è diminuita.

Mi dispiace, ma è così e lo dico apertis verbis.

 

 

 

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.