Roberto Baggio, la casa dove vive è immensa: come hanno fatto i ladri ad entrare

 Roberto Baggio, la casa dove vive è immensa: come hanno fatto i ladri ad entrare. Roberto Baggio è un ex calciatore italiano, di ruolo attaccante o centrocampista, vicecampione del mondo con la nazionale italiana nel 1994. Soprannominato Raffaello per l’eleganza dello stile di gioco e Divin Codino per la caratteristica acconciatura, è ritenuto uno dei migliori giocatori nella storia del calcio. In queste ore Baggio ha vissuto insieme alla sua famiglia un’esperienza terribile. Mentre guardava la partita Spagna-Italia per l’Euro2024 ha subito una rapina in casa. 

Roberto Baggio rapina, come hanno fatto i ladri ad entrare nell’imensa casa

La rapina al grande casale in provincia di Vicenza, dove Roberto Baggio ha racchiuso tutto il suo mondo dopo il ritiro dal calcio giocato, è avvenuto nella serata di giovedì 20 Giugno 2024 mentre si giocava Italia-Spagna agli Europei. La casa di Roberto Baggio ad Altavilla Vicentina è un paradiso immerso nel verde, divenuto un inferno per l’irruzione dei banditi che hanno rapinato, picchiato e ferito l’ex calciatore. Sono sbucati dal nulla, agevolati forse anche dal luogo situato in una zona collinare, lontano dal centro, e forse anche da una falla nel circuito di sensori e allarmi. Vediamo che cosa hanno dichiarato delle persone vicine al Divin Codino.

Le parole di Vittorio Petrone

Il casale di Roberto Baggio è molto rifinito in tutti i dettagli, mescola lo stile rustico ai comfort moderni e tecnologici. È circondato da un giardino molto ampio e vissuto, curato e arredato con brace e tavoli all’aperto. Dalle pochissime immagini condivise sui social è stato possibile notare solo alcuni particolari della residenza di Baggio: salone a doppia altezza con un’ampia vetrata e una palestra. Un angolo di paradiso in cui l’ex giocatore ha costruito l’azienda agricola nella quale alleva animali e la residenza di campagna dove vivere assieme alla moglie, Andreina Fabbri, e agli altri due figli maschi (Mattia, Leonardo) mentre Valentina s’è trasferita all’estero. (Continua a leggere dopo le foto)

Un agolo di paradiso che è stato messo a soqquadro dai rapinatori. Nelle dichiarazioni del suo storico manager, Vittorio Petrone, che ha riportato il pensiero di Roberto Baggio, c’è tutto lo smarrimento di fronte a un episodio simile e anche una spiegazione di quel che è potuto accadere. Come riportato da Fanpage, ha parlato di “aggressione fulminea, in piena luce” che “non ha consentito l’accensione di tutti i migliori sistemi di sicurezza di cui la villa è dotata. Ora, da quanto accaduto, potenzieremo ulteriormente i sistemi di rilevazione diurna in tutto il perimetro”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.