Ignazio e Giovanna, marito e moglie morti nel devastante schianto. Per loro non c’è stato niente da fare

Terribile incidente stradale nel pomeriggio di domenica 9 giugno, sulla strada regionale Romea nel comune di Codevigo, in provincia di PadovaMarito e moglie residenti a San Donà di Piave, in provincia di Venezia, sono morti e una persona è rimasta gravemente ferita a causa di uno scontro frontale tra un’auto e un camper. Le vittime sono l’81enne Ignazio Buso e la 76enne Giovanna Buso.

L’incidente stradale è successo intorno alle ore 15.30 e secondo le prime ricostruzioni, l’auto che stava viaggiando in direzione Padova ha invaso la corsia opposta dove stava transitando il camper. Perché l’auto con a bordo la persona rimasta ferita abbia fatto invasione di corsia è ancora da capire. Forse un sorpasso azzardato o per un malore improvviso della conducente.

Tragico frontale tra un’auto e un camper: morti marito e moglie

L’impatto è stato tanto inevitabile e devastante. L’uomo che viaggiava sul sedile passeggero è morto sul colpo, mentre la donna, che si trovava al volante, è morta durante il trasporto in ospedale con l’elisoccorso. Come detto, le vittime erano marito e moglie: l’81enne Ignazio Buso e la 76enne Giovanna Buso.

L’uomo che si trovava alla guida del camper ha riportato gravi ferite ed è stato trasportato a sua volta all’ospedale di Padova. La strada è rimasta a lungo chiuso per consentire alle forze dell’ordine di compiere i rilievi del caso e di liberare la sede stradale dai rottami dei due mezzi coinvolti nell’incidente. L’incidente ha creato disagi alla viabilità e si sono formate code di chilometri lungo la Romea.

In corso le indagini per stabilire l’esatta dinamica dell’incidente ma secondo i rilievi della polizia stradale l’incidente sarebbe dovuto all’inversione di corsia da parte dell’auto su cui viaggiavano i coniugi, che viaggiava in direzione Padova e alla cui guida c’era la donna, deceduta durante il trasporto in ospedale. Troppo gravi le ferite riportate nello scontro, per lei non c’è stato niente da fare.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.