Tragico incidente, carambola assassina: Erika muore così, giovanissima

BRINDISI – Un grave incidente si è verificato ieri sulla provinciale 41, nei pressi dell’ex lido Santa Lucia. Un’auto è finita fuori strada e una delle due ragazze a bordo è stata sbalzata fuori dall’abitacolo, perdendo la vita sul colpo. La giovane vittima si chiamava Erika Rezza, aveva appena 21 anni e viveva a Cellino San Marco, un comune a una decina di chilometri dal capoluogo. Illesa l’amica di 23 anni che era con lei all’interno dell’auto.

La dinamica dell’incidente è ancora al vaglio degli agenti della polizia locale, che sono intervenuti prontamente sul posto per effettuare i primi accertamenti. Secondo una prima ricostruzione, sembra che la conducente dell’auto abbia perso il controllo del mezzo, finendo fuori strada. Erika è stata proiettata all’esterno dell’abitacolo e il veicolo si è adagiato sul lato sinistro. In un primo momento si era diffusa la voce che nell’incidente fosse stata coinvolta una seconda auto, notizia successivamente smentita.

Diversi automobilisti di passaggio hanno subito chiamato il 118, ma quando l’ambulanza è arrivata dal vicino ospedale Perrino, per la giovane non c’era più nulla da fare. “Sono trascorsi oltre 45 minuti dall’arrivo dei soccorritori e forse Erika poteva essere salvata,” ha commentato un amico sui social. Sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco, e la strada è rimasta chiusa al traffico fino al primo pomeriggio per consentire i rilievi del caso e il recupero del mezzo incidentato.

Erika Rezza lavorava in un bar nel quartiere Commenda, a Brindisi. Dopo aver frequentato l’istituto alberghiero e ottenuto il diploma, aveva iniziato a lavorare subito. Numerosi amici e conoscenti hanno voluto tributarle un ultimo saluto sui social, esprimendo dolore e incredulità per la sua prematura scomparsa. “Ci mancherai tanto Erika, perché questa tragedia?” ha scritto un’amica. Anche il sindaco del comune brindisino, Marco Marra, ha espresso il suo dolore per l’accaduto: “Siamo tutti mortificati per una morte così giovane e avvenuta in un orario anche anomalo per queste tipologie di disgrazie. Siamo vicini alla famiglia in un momento così difficile.”

La comunità è ora in lutto per la perdita di una giovane vita, mentre le autorità continuano a indagare per chiarire tutte le circostanze dell’incidente e per verificare se chi era alla guida fosse al cellulare al momento dell’impatto.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.