“Davvero imbarazzante…”. L’Acchiappatalenti, bufera dopo la finalissima. Tutti contro Milly Carlucci

L’Acchiappatalenti nella bufera. Ieri sera è andata in onda l’ultima puntata del nuovo talent show targato Rai Uno. Si trattava di una sfida avvincente per Milly Carlucci prima di riprendere con Ballando con le Stelle, ma la conduttrice non è stata premiata dal pubblico. L’Acchiappatalenti si è rivelato un vero e proprio flop, con ascolti sempre molto bassi, intorno al 14 per cento di share, molto lontani dalle aspettative.

Contro il programma si sono levate molte critiche, sia da parte della stampa che sui social. In molti non hanno capito le regole, giudicate un po’ troppo cervellotiche, e a tanti non sono piaciuti i concorrenti. Non sono mancati esibizioni e momenti del programma al limite del surrealismo. Ma gli attacchi non hanno risparmiato né la conduttrice né i quattro coach: Teo Mammucari, Wanda NaraSabrina SalernoFrancesco Paolantoni e Mara Maionchi.

L’Acchiappatalenti, bufera e polemiche dopo la finalissima

Ieri durante la finale, sui social se ne leggevano ancora di tutti i colori: “Archiviamo immediatamente L’Acchiappatalenti e facciamo tornare i programmi con un minimo di criterio…”, scriveva un commentatore su X. Un altro telespettatore aggiungeva: “Resto basito. Come faceva Il Cantante Mascherato a essere peggio del peggio?”. I giudizi sembrano sentenze senza appello. “Il programma L’Acchiappatalenti di Milly Carlucci è uno dei più brutti della storia della televisione italiana. Peggio non si può”. Oppure: “Provo imbarazzo per loro”.

Non manca tra i tanti commenti anche qualche battuta ironica: “La cosa più bella di questa trasmissione è stata l’interruzione per far vedere i 100 metri”, ha scritto un utente, facendo riferimento ai campionati europei di atletica leggera.

Nonostante la bocciatura da parte dei più, sembra che il prossimo anno Rai Uno intenda proporre una nuova edizione del programma contestato. Così almeno ha lasciato intuire Milly Carlucci nel suo saluto in chiusura del programma mentre scorrevano i titoli di coda: “È stata una avventura fantastica, signori: viva L’Acchiappatalenti! E noi ci vediamo alla prossima stagione”.

Dal canto suo, Milly Carlucci in questi mesi ha sempre difeso la bontà del progetto: “Prima ancora di cominciare L’Acchiappatalenti sono arrivate non critiche ma attacchi, denigrazioni, e il clima che si è creato era brutto. Se ci sono critiche corali vanno accettate, se però scopri che le critiche arrivano dai bot o sono pilotate è sbagliato: tra noi adulti dovremmo avere più educazione, inutile fare campagne sul cyberbullismo tra gli adolescenti altrimenti, e poi a cosa porta? È solo uno sfogo di livore che non serve a nessuno, le critiche invece sì”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.