“C’è questa prost***…”. Enzo Paolo Turchi, la rivelazione choc del famoso ballerino. Fan senza parole

“Merito di una prost***”. Enzo Paolo Turchi, la rivelazione choc del famoso ballerino e marito di Carmen Russo. L’uomo decide di raccontarsi senza troppi fronzoli a Repubblica. E nel farlo non può non citare la sua infanzia, difficile, complessa e segnata da forti drammi. Per chi non lo sapesse, l’artista è nato e cresciuto nei quartieri Spagnoli, nella Napoli del dopoguerra. E qui la vita non era proprio semplicissima, come racconta il ballerino.

“Non avevamo niente, solo la voglia di sopravvivere – ha fatto sapere Enzo Paolo Turchi a la Repubblica -. Il problema era il mangiare. A 8 anni facevo le pulizie in una bisca e prendevo 20 lire al giorno, servivano per comprare un panino. Gli amici che sono andati in Australia oggi hanno aperto ristoranti e imprese di pulizie. C’era la voglia di migliorare. La povertà c’è anche oggi, ma non è drammatica come quella che ho vissuto io”.

“Merito di una prost***”. Enzo Paolo Turchi, la rivelazione choc

E ancora: “Eravamo tutti poveri, non avevamo niente da mangiare. Ci aiutava una persona. Non era un supereroe, non era Spiderman. Era una signora che faceva la prostituta e faceva la spesa per tutto il quartiere, generosissima. Avrebbe meritato un premio. Con l’arrivo degli americani molte donne purtroppo si sono prostituite, il dopoguerra a Napoli è stato duro. La mia vera famiglia sono stati i ballerini più grandi: se stavo male mi curavano loro – ha quindi detto -“.

“Stavo sempre per strada da solo, non lo dicevo perché avevo paura. Cercavo di far vedere che anche la mia era una famiglia normale, ma aspettavo qualcosa da chi aveva di più: anche un paio di scarpe usate dagli altri bambini. Una vergogna continua, ma piena di orgoglio”. Poi nella sua vita è arrivata Carmen Russo e dopo quarantadue anni i due sono ancora più uniti che mai.

Raffaella ci azzeccò, mi disse: ‘Finalmente hai trovato la ragazza giusta per te’ – ha spiegato -. Sono 42 anni che stiamo insieme. In Carmen ho trovato quello che mi è mancato: l’amore come donna, la mamma che non ho avuto. Mi ha dato la forza e alla fine mi ha dato Maria. È la mia famiglia, è tutto per me. Carmen mi ha cambiato la vita. Senza di lei e mia figlia Maria non posso stare, sono la mia famiglia. La mia fortuna è stata incontrarla”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.