Studente morto nel sonno in campeggio mentre era in gita

Tragedia in Versilia: uno studente tedesco di 16 anni è stato trovato morto durante una gita scolastica in un campeggio di Torre del Lago. Il ragazzo, di nome Leon, era arrivato da Brema, in Germania, insieme ad altri ragazzi tra i 16 e i 17 anni. Sarebbe dovuto ripartire proprio nella mattina della tragedia, ma per Leon non c’è stato nulla da fare. Il dramma si è consumato giovedì mattina, quando i compagni di Leon lo hanno trovato senza vita. L’ipotesi più accreditata al momento è quella di un malore nel sonno. Nonostante ciò, è stata disposta l’autopsia per accertare le cause del decesso. Sul posto è giunto anche il medico legale Stefano Pierotti per ulteriori accertamenti di rito, dopo quelli effettuati dal collega dell’automedica intervenuta insieme all’ambulanza che aveva constatato il decesso del giovane.

Lo shock dei compagni di classe

carabinieri stanno conducendo le indagini di rito con l’ausilio di un interprete. Hanno ascoltato anche i compagni di Leon, tutti sconvolti per questa tragedia avvenuta mentre stavano trascorrendo alcuni giorni di relax e divertimento al mare. Dalle testimonianze, emerge che negli ultimi giorni Leon avesse lamentato un mal di gola, ma nulla che avesse destato particolare preoccupazione.

Nel pomeriggio di ieri, il pullman con la comitiva tedesca è ripartito alla volta di Brema, mentre il corpo del giovanissimo studente è stato trasportato all’obitorio di Lucca. Qui sarà raggiunto dai genitori, che si sono messi in viaggio non appena ricevuta la straziante notizia del decesso del loro figlio.

Una tragedia che lascia tutti senza parole. Leon, descritto come un ragazzo solare e pieno di vita, aveva solo 16 anni e tutta la vita davanti. La sua scomparsa improvvisa ha gettato un’ombra di tristezza su una gita che doveva essere un momento di gioia e spensieratezza.

La comunità scolastica di Brema è sotto shock. I genitori degli altri studenti, appena tornati, sono stretti nel dolore della famiglia di Leon, mentre le autorità italiane e tedesche collaborano per far luce su questo tragico evento.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.