PIERINA PAGANELLI, SVOLTA NELLE INDAGINI: L’ANNUNCIO È APPENA ARRIVATO

Ha fatto molto discutere in questi mesi il caso di Pierina Paganelli, la donna di 78 anni trovata senza vita in un condominio di via dei Ciclamini a Rimini. Si è trattato di un caso che ancora oggi continua ad essere seguito in Italia.

La donna fu trovata senza vita e immediatamente scattarono le indagini. Sul posto si recarono i soccorritori e le forze dell’ordine, in particolare i Carabinieri che effetuarono subito i rilievi del caso. Dalle prime analisi risultò che appunto la donna fosse stata colpita da qualcuno.

Non si trattava quindi di un gesto volontario. La notizia di quanto accaduto ha tenuto con il fiato sospeso l’intera città di Rimini ma anche tutto il Paese in quanto il caso ha avuto da subito un clamore mediatico molto intenso visto che si tratta dell’ennesimo femminicidio che accade nel nostro Paese.

Un fenomeno, quello dei femmincidi, a cui le forze dell’ordine stanno tentando di mettere un freno e anche il Governo ha introdotto delle punizioni più severe per quanto riguarda tali atti. Atti che nessuno si aspetterebbe mai e che mandano in confusione intere comunità.

Le forze dell’ordine prendono molto sul serio questo tipo di reati contro la persona, per la povera Pierina come detto non vi è stato nulla da fare. Troppo gravi i colpi inflitti su di lei. Si sta cercando anche di capire il movente e anche chi e perchè abbia agito nei confronti della signora Paganelli.

Fino ad ora nessuno era finito nel registro degli indagati per quanto riguarda il decesso di Pierina Paganelli. Le cose sono cambiate nelle scorse ore in quanto i Carabinieri hanno notificato un avviso di garanzia a Louis Dassilva, 35enne senegalese.

Si tratta di una delle persone che i Carabinieri avevano preso in considerazione per il reato contro Pierina. L’uomo e la moglie Valeria Bartolucci nel pomeriggio del 6 giugno sono stati convocati presso la Questura di Rimini dove hanno risposto ad alcune domande degli inquirenti.

Dopo 8 mesi di indagine la posizione dell’uomo si è quindi aggravata. Dobbiam precisare che l’uomo risulta solo indagato per cui la posizione è al vaglio ancora delle autorità. Ogni indagato secondo la legislazione vigente è innocente fino a giudizio definitivo.

I Carabinieri vogliono capire di più sulla situazione dell’uomo. Secondo quanto si apprende il sostituto procuratore Daniele Paci ha comunicato al senegalese che è indagato, adesso si procederà con alcuni accertamenti irripetibili come la comparazione del Dna. Si tratta di un esame fondamentale.

Pierina sarebbe stata colpita con 29 fendenti. Gli inquirenti credono che comunque la moglie di Louis non sia stata presente nel momento in cui Dassilva l’avrebbe colpita, tutto sarebbe avvenuto appunto nel garage. Louois come si è scoperto in seguito aveva avuto una relazione con Manuela Bianchi, nuora di Pierina.

Il giorno in cui Pierina è stata trovata senza vita, al Tempio dei Testimoni di Geova, gli anziani avrebbero dovuto decidere le sorti di Manuela. Tutto, insomma, potrebbe aver ruotato intorno alla relazione tra la nuora e il cittadino senegalese. L’innesco di quanto successo alla povera Pierina, pensano, gli investigatori starebbe proprio nei rapporti stretti e spesso non chiari tra Valeria, Manuela e Louis

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.