Strage Rosignano: la tragedia di Marco morto a soli 21 anni: “Appassionato di fumetti…”

Il terribile incidente stradale avvenuto al casello autostradale di Rosignano ha scosso l’opinione pubblica italiana. La più giovane delle tre vittime si chiamava Marco Acciai, aveva 21 anni e viveva a Firenze. La mattina del 2 giugno era partito con la fidanzata da Pontassieve per trascorrere una giornata di mare sulla costa livornese. I due giovani erano a bordo di una Fiat 500 rossa. Lei guidava, mentre lui seduto sul posto del passeggero.

Chi era Marco Acciai

Marco Acciai si era diplomato due anni fa all’Istituto Marco Polo di Firenze. “Cinque anni difficili ma bellissimi allo stesso tempo”, aveva scritto a quel tempo sulla sua pagina social, pubblicando le fotografie scattate dopo gli esami di maturità. “Auguro il meglio a tutti e che la vita possa darvi tanta felicità anche in futuro”, era stato questo il suo ultimo saluto a compagni di classe e professori.

Marco era anche un grande appassionato di fumetti e di cultura orientale: “Adoro i manga, gli anime e tutto ciò che riguarda il Giappone”, si legge sui suoi profili social. Aveva anche aperto un canale Youtube “per condividere questa passione”. Postava tantissimi video e aveva diverse centinaia di follower. Gli piaceva anche la musica, trap e rap. Guardava sempre il Festival di Sanremo che poi commentava con video e dirette social.

Contro la 500 dei due giovani è piombata a tutta velocità una Honda nera guidata da due coniugi tedeschi: Robert Friedrich Fendt e Maria Cornelia Schubert. Il primo aveva 61 anni, la moglie 68. Provenivano dalla città di Augusta, in Baviera. Entrambi sono morti sul colpo. L’auto dove si trovavano Marco e la fidanzata è stata invece scaraventata contro il gabbiotto del casellante. Per Acciai purtroppo non c’è stato nulla da fare. La sua fidanzata è rimasta invece soltanto miracolosamente ferita in maniera non grave non grave.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.