“Ecco perché hanno scelto lui”. Stefano De Martino al posto di Amadeus, spunta un retroscena bomba

Dal prossimo anno Stefano De Martino avrà molto da fare. Il conduttore ha firmato un contratto extralarge con la Rai e, tra i tanti programmi, guiderà anche Affari Tuoi prendendo il posto di Amadeus. Sul motivo di una scelta così importante, e improvvisa, ci sarebbe un’ombra. Per l’ex di Belen Rodriguez, quella della Rai è un’investitura in piena regola– “De Martino – spiega una nota di Viale Mazzini – sarà impegnato per la Direzione Intrattenimento Prime Time nelle fasce pregiate di Rai 1 e Rai 22”.

“L’amministratore delegato Roberto Sergio e il direttore generale Giampaolo Rossi colgono l’occasione per esprimere i complimenti all’artista per gli ottimi risultati raggiunti in questa stagione”. E non era finita qui: “il rinnovo spazierebbe tra “access e prime time e comprenderebbe anche l’opzione Sanremo post Conti”.

Stefano De Martino, la verità sul contratto in Rai

Dell’accordo farebbero parte anche alcune serate speciali e non è escluso che De Martino possa apparire all’Ariston già nel 2025, magari come co-conduttore di una delle serate”. Il compenso, tra l’altro, sarebbe davvero incredibile. Secondo quanto scritto dal settimanale Oggi, Stefano potrebbe intascare la bellezza di 8 milioni di euro.

Una somma da record, che non avrebbe alcun precedente stando a quanto aggiunto dal sito Novella 2000. Secondo alcuni, dietro questo improvviso innamoramento della Rai per Stefano De Martino, ci sarebbe una raccomandazione politica. E sui social tutti hanno parlato di “punizione verso Amadeus” e di ‘vigliaccata”. Il nome che circolava era quello della sorella della premier Giorgia Meloni, Arianna. Che, all’Ansa, prontamente smentisce.

Non c’entro col programma Rai di De Martino, a certa cronaca preferisco il fantasy”. La sorella della premier smentisce di essere stata la “regista” del contratto del conduttore tv: “Non mi interesso delle dinamiche del servizio pubblico”. Capitolo chiuso.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.